Thorvil

From Minecraft Wiki - ForgottenWorld
Jump to: navigation, search
Thorvil
Stemma
Thorvil.jpg
Thorvillo.png
Veduta della città

Nazione bandieraURMM
Provincia Thorvil
Sindaco Ivan Francovìc
Abitanti 5'800'000

Patrono Thor Bannatore
Anno fondazione 2800 d.F

Nome abitanti Thorvilliani

Superficie 67'328 Blocchi Quadrati
Densità 86,15 Ab/BloccoQuadrato
Altitudine media y=41
Coordinate x=1700 y=900

Thorvil (Città di Thor in dialetto thorvilliano) è la capitale e principale centro economico e politico della Unione delle Repubbliche Minerarie Moderniste.

Fondata dai modernisti nel 2800 d.F., la città sorge nella parte sud-orientale del piano di Geddur in una zona caratterizzata da un bioma freddo e nevoso.

La città è attualmente governata dal Partito Modernista.


Territorio e Clima

La provincia di Thorvil si trova nella parte orientale del piano di Eseldur, la città in particolare sorge nello Stretto di Shiny. La regione presenta un clima freddo a causa dei venti provenienti da sud-est ma mitigato in parte dal mare, la vegetazione è caratterizzata da una grande varietà di conifere che ricoprono buona parte del territorio. I confini naturali che caratterizzano la regione sono a nord e ad ovest le catene montuose del Pérmin e del Kalarsines, ad est i ghiacciai del Largo di Shiny e a sud la costa, bagnata dal mare Bendiàn.

Storia

Governo Adegheiz e primi anni

Thorvil nasce come nuovo eremo modernista nel piano di Eseldur, come erede della cultura e della civiltà Navaroniana dopo la caduta del Modernismo nella Quarta Era. A fondarla fu il Segretario di Partito Juri Petrovic Adegheiz nel 2800 d.F. nel freddo Sudest del Jedur lungo le coste del mare dell'Est. Le prime opere di urbanizzazione, la costruzione dei primi edifici e dell'imponente Pavlov cittadino occuparono il primo decennio di vita della città, il successivo fu invece caratterizzato dall'apertura diplomatica della città a nuovi legami di collaborazione ed amicizia col Regno di Ardetia e la Repubblica Pirata di Dalagon.

Il decennio buio

La vita è proseguita tranquillamente a Thorvil fino alla fine degli anni '20, che vede anche la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del codice civile, quando, a interrompere la quiete cittadina fu l'epidemia del virus classificato come P1N1 altresì noto come Tosse di Migia, questo morbo generò molte vittime in città, alcune delle quali anche nel governo. I Sottosegretari Dana Ivanov (Interni), Dmitri Kistendor (Economia) e Aleksander Hank Ivanov (Urbanistica) infatti, morirono nell'epidemia e questo causò uno stallo politico. In questo periodo il ruolo di SAI venne affidato in via eccezionale al Presidente Alexei Stardel, che riuscì insieme al Segretario Adegheiz a debellare il morbo nel 2824 d.F..

Durante i 6 anni successivi l'economica cittadina, fortemente minata dall'epidemia, si ritrovò in una forte crisi ed un malcontento nella popolazione, questa crisi verrà risolta soltanto nel decennio successivo.

La "Lunga Fiorita" sotto il Governo Roman Bresajevski

Verso l'inizio del 2831 d.F. Thorvil ha ospitato la cerimonia delle grandi Elezioni Generali Moderniste durante le quali vennero rinnovate le principali cariche dell'Unione Modernista.

Queste elezioni sancirono un nuovo periodo di ripresa dopo la crisi degli anni '20, infatti il neo-Governatore Roman Bresajevski, Ortomodernista d'influenza Statalista, si pose in prima linea per la ricostruzione economica e urbanistica della città, avviando grandi opere di edificazione civile e militare attorno agli anni 2833-2835 d.F. come la costruzione di un quartiere Bopiano in segno di legame con la fraterna Repubblica Modernista di BopVille e l'imponente QG dell'Armata Rossa di stanza nel territori Thorvilliani. A testimoniare il desiderio di "apertura e avventura" della Repubblica sotto il mandato di Roman Bresajevski, detto anche "Lunga Fiorita" per i grandi risultati ottenuti dal Presidente Roman, fu l'abbassamento delle mura cittadine, portato avanti da quasi mille cittadini.

I conflitti con Skerak e la Guerra del Gelo

20px-Exquisite-kfind.png Per approfondire vedi anche Guerra del Gelo e Prima Guerra di Corsa Eselduriana

Con la seconda riconferma del Presidente Bresajevski nel 2839 d.F., cominciarono anche i primi conflitti con la Repubblica Pirata di Dalagon, decenni prima alleata della Repubblica modernista contro le minacce Lidoriste e Neo-Unioniste e ora, con la scomparsa di quest'ultime, divenuta una rivale geo-politica nello scacchiere internazionale.

Soldati in Piazza Rossa a Thorvil. 2852 d.F.

Nel 2840 d.F., in seguito ai fatti della Cordata del Lidor il figlio del Presidente Roman venne ucciso in una colluttazione contro un pirata ribelle di Skerak. Questo fatto provocò grosse scintille nei governi dei due ex-alleati, con le accuse di brigantaggio verso il governo di Dalagon da parte del Presidente Bresajevski, alla quale i pirati di Skerak risposero con l'occupazione di alcuni insediamenti militari.

A seguito di questi conflitti, gli atti di pirateria da parte della Repubblica Pirata di Dalagon si intensificarono portando alla Prima Guerra di Corsa Eselduriana, risoltasi poi in uno stallo. La rivalità tra pirati e modernisti non cessò con la guerra di corsa, infatti le due repubbliche continuarono ad armarsi dopo lo scontro generando una periodo di grosse tensioni per tutto il piano.

Queste tensioni culminarono infine nella Guerra del Gelo del 2849 d.F. dopo che i pirati di Skerak assaltarono con l'inganno il porto della città di Thorvil. La guerra perdurò per molto tempo e cambiò radicalmente l'intero piano.

Governo Ginovic, le accuse di peculato e Lega Thorvil

Nonostante il Presidente Bresajevski riuscì a gestire con abilità la capitale modernista per tre mandati consecutivi, ultimo dei quali effettuato in pieno tempo di guerra, egli decise di dimettersi nel 2861 d.F. per raggiunti limiti di età. Vennero quindi effettuate nuove elezioni che videro prevalere il candidato Filipp Ginovic sui concorrenti Boris Leonidovic Brodsko e Zikrael Von Zoot.

Uno dei poster di Lega Thorvil. Manifesti come questi vennero stampati e sparsi per la capitale modernista in grandi quantità nel biennio 2882-84.

Ginovic si applico subito in una politica molto pratica e molto poco mediatica, decidendo di non parlare mai troppo in pubblico se non quando necessario. Questa politica si rivelò nondimeno efficace nella gestione economica della città e collaborò notevolmente nel confermare la ritrovata centralità della capitale, ma le lacune dialettiche crearono non pochi disagi nelle fasce più basse della popolazione, che iniziarono a ritenere il neo-Presidente poco adatto alla carica. Nonostante queste critiche, nel 2871 il Presidente Ginovic venne riconfermato e proseguì quindi la sua politica fino al 2881 d.F. dove a causa di una grossa accusa di peculato finanziario e delle idee di rinnovamento della classe politica del Segretario Stardoff, si vide perdere la fiducia, venendo infine rimpiazzato pochi mesi dopo da Ivan Francovìc.

Nel dopoguerra, le differenze economiche tra Bopville, questa colpita molto duramente dalla guerra, e Thorvil crearono nuovamente tensioni politiche tra le due repubbliche. Il Sottosegretario all'Economia e Sviluppo e Presidente della Repubblica di Bopville Spartàc Seldonovìc Àlikos Resolàn chiese quindi all'assemblea l'attuazione di un piano di emergenza composto di aiuti finanziari per risanare l'economia nazionale.

Questo piano prevedeva l'abolizione delle gestioni economiche locali a favore di una centralizzazione unica nazionale e scambi di denaro ad egual volume tra le due città. La così chiamata "Legge sull'Equilibrio Finanziario Perpetuo" subì però molte critiche da parte dei tesserati Thorvilliani che ritennero il disegno di legge ingiusto verso la più florida economia della capitale a favore della più problematica città di Bopville. Il dibattito acceso su questa legge creò enormi spaccature nel Partito di Thorvil tra la fazione Ortomodernista, più unitaria e favorevole agli aiuti, e quella Nazionalmodernista, campanilista e contraria agli aiuti. Quest'ultima fazione fu appoggiata in particolar modo da un nuovo tesserato di nome Mattia Scalov che, ritenendosi non rappresentato dal governo, fondò un gruppo denominato Lega Thorvil. Negli anni successivi Lega Thorvil si rese responsabile di molti danni a cose e persone all'interno della Repubblica Modernista di Thorvil, il più gravi di questi identificato nell'incendio all'Armeria Pubblica Modernista nel 2882 d.F., l'organizzazione terroristica venne infine fermata e il suo leader Mattia Scalov arrestato nel 2885.

Economia

L'economia di Thorvil è liberale, anche se con l'elezione di un sindaco d'ispirazione Statalista alcuni aspetti fondamentali dell'economia sono severamente monitorati dal governo Provinciale, tuttavia senza misure oppressive per il libero mercato.

Una buona fetta dell'economia Thorvilliana è data dalla tecnologia. Nel 2844 d.F, nel segno della fioritura, viene costruita la Base Scientifica Arstotzka che, grazie ai suoi studi sui ghiacci perenni, collaborò nello sviluppo di nuovi materiali.

Uno dei prodotti di punta di Thorvil è il Gatòret, un unguento medicale molto diffuso nella città.

Politica

20px-Exquisite-kfind.png Per approfondire vedi anche Partito Modernista e Repubblica Modernista

La città di Thorvil è governata dal Partito Modernista, il Sindaco Presidente della Repubblica Modernista di Thorvil è Ivan Francovic. Il Partito Modernista trova la sua piena rappresentanza cittadina nella Assemblea del Partito Modernista di Thorvil, organo legislativo del governo locale e fulcro di tutto il potere provinciale.

Presidenti della Repubblica Modernista di Thorvil

Presidente della Repubblica Modernista di Thorvil Ritratto Insediamento Fine mandato Corrente
1 Alexei Vasilevic Stardel Alexei2.png 2802 d.F. 2831 d.F. Millenarista/OrtoModernista
2 Roman Bresajevski RitrattoRoman.png 2831 d.F. 2861 d.F. Statalista/OrtoModernista
3 Fillip Gìnovic 2861 d.F. 2881 d.F Nazionalmodernista
4 Ivan Francovìc 2881 d.F. In corso OrtoModernista

Geografia urbana e luoghi di interesse

Viale Kenton Sud, sullo sfondo sono visibili il Museo e il Grattacielo Manij

La cultura architettonica modernista deriva in parte dalle ere passate di Thoringrad e Navarone, questa è condita dalle numerosi forme artistiche sorte tra il periodo Spesiano della Quarta era e la fondazione di Thorvil.

Ad accogliere i visitatori ed i cittadini in città, ad ovest sorge la Statua di Thor Bannatore, patrono della città e divinità principale dell'omonimo culto che trova nella capitale una forte rappresentanza di credenti. Lo schema della città è formato da 3 strade principali (nominate in onore dei principali fautori del Modernismo) che confluiscono nella Piazza Rossa, da questi decumani si diramano poi molti vicoli stretti e caratteristici. Il centro cittadino è infine chiuso a quadrato da 4 strade perimetrali che accostano le mura.

Le strade principali sono:

  • Viale Kenton: La via più importante e anche la più lunga, da questa strada scorre la maggior parte dei cittadini diretta verso i centri economici della città. La via è ufficiosamente divisa in Nord e sud dalla Piazza Rossa.
  • Viale Adegheiz: Questa strada si pone frontalmente al Pavlov e termina alla Porta Est. È sicuramente una delle più spettacolari, specialmente di notte.
  • Viale Stardel: Arteria economica principale cittadina, qui sorgono la Banca Nazionale e altre importanti istituzioni. Nei giorni festivi, nello spiazzo a ovest della strada si possono trovare bancarelle e mercati ortofrutticoli.
  • Viali Synesthesy/Brodsko/Grant/Curze: Le quattro vie perimetrali che circondano la città.

Centro culturale della città è rappresentato dal Museo Federale di Storia Modernista, l'edificio rappresenta uno dei modelli principali di architettura modernista della Quinta Era. Altro importante elemento culturale e politico è il Pavlov; questo importante edificio si erige sulla Piazza Rossa e rappresenta il centro politico dell'intera URMM, in questo palazzo ha sede la Duma di Stato e l'ufficio Presidenziale, inoltre una biblioteca contenente alcuni tra i più importanti scritti della Terza e Quarta, è presente al piano terra.

Nella zona Nordovest della città è situato il quartiere Bopiano, zona abitata storicamente dai fondatori di Fòrgon Bopville e ora sede dell'ambasciata Bopiana.

Viale Kenton in una giornata di nebbia

Paesi limitrofi

Thorskol

Cashingrad

Simboli e colori provinciali

Per la sua natura legata all'Ideologia modernista, la città di Thorvil trova nel pala e piccone uno dei suoi simboli più ricorrenti ma lo stemma ufficiale e bandiera della provincia sono rappresentati da una silhouette del Pavlov cinta da una corona di alloro e sormontata da una stella colorati in giallo, su sfondo rosso.

Altri simboli ricorrenti nella Repubblica modernista sono il martello di Thor Bannatore e la bandiera rossa.

Festività

Giorno di Thor (Terza settimana del mese di Spes)

È la festività più importante per i fedeli al Culto di Thor Bannatore, religione maggioritaria nella Repubblica. In questo periodo dell'anno i fedeli al culto appendono all'ingresso della propria abitazione un martello a simboleggiare lo strumento usato da Thor nella Prima Battaglia. Il periodo di festa si conclude con il Thorsangar, rito che prevede il rogo del Keréper, un enorme simulacro di un creeper, figlio del Serpente. La celebrazione avviene solitamente nella centralissima Piazza Rossa di Thorvil.

Festa nazionale della donna (2° Darbis di Venes)

In questo giorno viene celebrata Santa Simone, protettrice della Bellezza e del Canto. Durante questo giorno, è pratica comune da parte degli uomini intonare per le proprie donne una dolce serenata.

Festa del lavoro(1° Lebis di Varpu)

Celebrazione di Sant'Elio, protettore dei costruttori.

Festa della Repubblica(3° Lebis di Daudar)

La festività principale della Repubblica, ricorda la data di fondazione della città di Thorvil.

Juristàil (Quinta settimana di Bacal)

Durante lo Juristàil si celebra la morte di Juri Adegheiz, fondatore del Millenarismo e salvatore della patria modernista dopo l'esilio nel Birdurmain

Voci correlate