Thortuga

From Minecraft Wiki - ForgottenWorld
Jump to: navigation, search
Thortuga
Stemma
Thortuga.jpg
Immagine
Pablov.png
Il Pablov, edificio principale di Thortuga
Dati amministrativi

Governo Repubblica Monopartitica Modernista
Nazione Repubblica Modernista di Sant'Elio
Provincia Isole Marosul
Sindaco Segretario Frenkovic

Cultura cittadina
Religioni presenti Culto di Thor Bannatore

Culto di Moah Culto dei Superni

Draftismo

Anno fondazione Trentesimo Secolo

Lingue parlate Lingua Thortughese
Nome abitanti Thortughesi
Territorio
Clima Tropicale

Bioma Giungla

Thortuga è la capitale della Repubblica Modernista di Sant'Elio. Essa è stata il principale centro modernista presente sul Piano di Karaldur: Thortuga ha infatti raccolto la popolazione modernista sopravvissuta all'Apocalisse eselduriana, che ha segnato la fine dell'URMM e di Thorvil e Fòrgon BoPville, le due città che la costituivano.

Geografia Fisica

La città di Thortuga si trova sulle Isole Marosul, nella zona meridionale del Piano di Karaldur. Il Partito Modernista, in fuga a seguito dell'Apocalisse Eselduriana, trovò queste isole perfette per stabilire un nuovo accampamento per mettere in salvo l'intera popolazione sopravvissuta: nonostante il clima tropicale, che fece soffrire per i primi giorni i profughi di Thorvil abituati al grande freddo, la quantità di viveri naturali presente sul territorio appena scoperto faceva ben sperare la popolazione intera; non mancava poi la fauna selvatica e da allevamento.

Storia

La fondazione e la crisi del Partito Modernista

Durante l'Apocalisse eselduriana, il Partito Modernista di Thorvil approvò un piano d'emergenza il quale era volto al salvataggio di più cittadini modernisti possibili purtroppo gran parte dei quadri dirigenziali perì durante tale catastrofe. Raggiunto il nuovo piano, i Modernisti sbarcarono sulle isole Marosul nel 2905 d.F. malgrado la ricerca di un ambiente più incline al clima thorvilliano. Presto una grave carestia afflisse la popolazione a causa di una stagione particolarmente piovosa, che rovinò le coltivazioni dei nuovi coloni, che avevano piantato vegetali adatti a climi molto più rigidi e secchi di quelli dell'isola. Il risultato fu che molti iniziarono a dubitare del Partito, e i dirigenti di allora non si rivelarono completamente all'altezza della situazione.

Primi insediamenti sull'isola di Thortuga.

Negli anni successivi ci fu una transizione dell'economia che portò al fiorire di una buona industria ittica, saldamente gestita dagli eredi dei mercanti di Thorvil, a cui si aggiunsero nuovi imprenditori. Il Partito non aveva a disposizione le infrastrutture necessarie per mantenere la propria attività, e la maggior parte della popolazione ora si affidava ai mercanti per avere protezione. Fu così che in poco tempo ciò che rimaneva delle istituzioni moderniste vennero accantonate pacificamente dai più ricchi mercanti della nuova città che accentrarono nelle loro mani il potere. Per guadagnare la fiducia della popolazione essi finanziarono la costruzione del Pablov, del centro storico e di una serie di case popolari. I lavori furono completati nell'anno 2952 d.F.

Il periodo Monarchico Elettivo e la Rivoluzione Modernista

Durante i lavori per la costruzione del Pablov, i mercanti più ricchi e facoltosi decisero di formalizzare la propria organizzazione. Innanzitutto istituirono una Gilda, con delle precise regole di accesso basate sul censo. Successivamente decisero che quando sarebbe sorta la città, essa sarebbe stata organizzata come una Monarchia. Questa scelta provocò le ire di tutti i vecchi modernisti che la ritennero come l'ennesimo, e fatale, affronto alla libertà. Il Segretario del Partito Modernista Ernesto Stardel organizzo quindi un golpe, nel tentativo di riportare il modernismo al potere ma fallì e venne giustiziato. Venne quindi incoronato Re di Sant'Elio Sua Maestà Fernando Juan Miguel Soren Sinet de los Borjas,noto come Fernando I di Thortuga nel 2952 d.F.. Presto affiancata alla figura del sovrano vi fu il Generalissimo Benitez Sgar con compiti di mantenimento dell'ordine pubblico e di comando nell'esercito.

La Costituzione Regia sanciva l'illegalità del Partito Modernista e il liberismo economico come valore fondante della società. In opposizione a tali scelte il Partito Modernista si riorganizzò in clandestinità, ingrossando le sue fila grazie alla propaganda e all'eroica azione di Francisco Carrera detto Acciaio il quale scrisse una nuova costituzione, coadiuvato dall'avvocato Ramon Golud, e quindi l'appese in molteplice copia per tutta Thortuga nella notte del primo Darbis di Varpu nel 2962 d.F. Le truppe del Generalissimo arrestarono Carrera confinandolo alla Fortezza Moncada. La reazione modernista non si fece attendere, il secondo di Kasbis la Comandante Juna Juanita de Ivanova y Adegheiz e i suoi uomini assaltarono il forte liberando tutti i prigionieri. In seguito i rivoluzionari marciarono sulla capitale. La popolazione si sollevò a favore dei ribelli e dopo alcune settimane di guerriglia il Generalissimo Sgar venne ucciso in combattimento. Il cadavere di Sgar finì appeso nella Piazza Roja. Re Fernando I , vista la sconfitta, tentò una disperata fuga verso Spes ma venne intercettato ed arrestato. L'indomani la Comandante Adegheiz proclamò la caduta del regime e la nascita della novella Repubblica Modernista di Sant'Elio.

La transizione della Comandante e l governi De la Bresa

Tra il 2962 d.F. ed il 2967 d.F. la Comandante Adegheiz fu Presidente e Segretario ad interim della Repubblica Modernista. In questo breve periodo fu dapprima votata e promulgata la Costituzione e la legge elettorale (Goldrellum) nel 2965 d.F. Quindi nel 2967 d.F. vennero proclamate le elezioni generali che videro trionfare come Presidente Pablo Ramiro Stardel e Javier Gonzalo y Nyhon de la Bresa nel ruolo di Segretario. Entrambi vennero quindi riconfermati nel loro ruolo nel 2977. L'anno successivo venne firmato il Trattato di Miju-Marosul, il quale sanciva l'alleanza difensiva tra la repubblica modernista e l'Unione Micelica. Con la morte di Pablo Ramiro Stardel nel 2981 d.F., Thortuga perse il suo Presidente e vennero indette nuove elezioni. Molti candidati si presentarono, ma le votazioni vennero infine vinte da Emilio Horacio Hernanvez che divenne quindi il secondo Presidente del Partito Modernista di Thortuga nel 2982 d.F. Nel 2988 d.F. venne siglato il Concordato Fungo Rosso Notturno che allargava l'alleanza difensiva includendo il Paese delle Onde. Hernanvez venne riconfermato Presidente nel 2992 d.F.

I governi Frenkovic e l'ascesa del Connalib

Nel 2994 d.F., a seguito di un ballottaggio contro il candidato nazionalmodernista Pirinos Plogolio Pulcianov, Alejandro Ramirèz y Frenkovic venne eletto Segretario della Repubblica Modernista. Sotto il suo esecutivo si acuirono le tensioni con la Provincia Libera di Niuop che sfociarono con la dichiarazione di ostilità nel 2998 d.F. A foraggiare questo clima guerrafondaio era il Consorzio Nazionalmodernista per la Libertà che, guidato dal suo avversario politico Pulcianov, organizzava spesso marce interventiste. Contemporaneamente la Repubblica dovette affrontare la pestilenza nota come Morbo di Gor-Lorach, la quale uccise circa 800 mila cittadini. Venne quindi eretto l'Ospedale Pablo Ramiro Stardel ed iniziò una vasta operazione sanitaria al fine di contenere l'epidemia. La crisi con Niuop si risolse nel 3002 d.F. a seguito di un risarcimento finanziario. Contemporaneamente a questo evento si tennero le consuete elezioni che videro trionfare Sebastian Stardel come Presidente, Frenkovic a sua volta venne riconfermato nel suo ruolo. Nel 3003 d.F. un raid perpetrato da Dragonia fece risalire la tensione in città.

La presidenza Golud e la Battaglia dell'Adegun Orientale

Nel 3012 d.F. il Presidente Sebastian Stardel si dimise per motivi di salute ed alle successive elezioni vinse il candidato Thomas Golud. A peggiorare la situazione, tra il 3003 d.F. e il 3019 d.F. si verificarono diverse schermaglie che videro coinvolti cittadini da quasi tutto il piano. Rapidamente le relazioni tra Thortuga e la così detta "Asse dei Cieli" (un alleanza formata tra Niuop, Dragonia e Titanya) si incrinarono a differenza dei rapporti con Denrak (formazione della "Alleanza dei Mari Centrali") ed Ascalon (tramite il "Patto Anti-Dragonia"). Quando nel 3019 d.F. l'Asse dichiarò guerra ad Ascalon, al suo fianco si schierarono oltre Thortuga anche Denrak, Iphae e Nocturna. Nel 3023 d.F. le due fazioni si scontrarono sul campo nell'Adegun Orientale e, in tale battaglia, l'Alleanza dei Mari Centrali venne duramente sconfitta. A seguito di questo scontro le relazioni internazionali si congelarono e si assistette ad un crollo del commercio internazionale.

Thortuga, 2963 d.F.

Il secondo crollo demografico e la presidenza Brodsko

Gli anni '20 del nuovo millennio si aprirono con un secondo grande crollo demografico. L'economia di Karaldur basata sui frequenti scambi internazionali si vide improvvisamente congelata. Nel tentativo di riconvertire la produzione a fini autarchici e militaristi, Thortuga come molte altre città del piano, vide il suo territorio vittima di una terribile carestia. Carcosa si svuotò e nelle campagne si diffusero malattie tropicali, facilitate dalla malnutrizione della popolazione. Durante questo triste periodo l'esecutivo Frenkovic venne riconfermato mentre, nel 3022 d.F., venne eletto Presidente Ernesto Brodèsko y Paulista. Nel 3039 d.F., Il Re di Dragonia, Volmark Drengot, propose al Presidente della Repubblica Federale di Eberia, Sclerus Malevolus, la firma di una pace bianca, la quale venne immediatamente ratificata. A seguito della morte per vecchiaia del Segretario Alejandro Ramirèz y Frenkovic vi furono nuove elezioni nel 3046 d.F. le quali videro trionfare la figlia di Frenkovic tale Doriana Rosinda y Frenkovìc. Nel 3053 d.F. la Repubblica Modernista denunciò il Concordato Fungo Rosso Notturno e siglò patti di non aggressione con Tanatos e laConfederazione dell'Uninè Sonesdur.

Architettura e principali edifici

Caratteristiche generali

Lo stile della città di Thortuga ha subito numerose variazioni nel corso della storia della Repubblica. I primi insediamenti, costruiti dai coloni giunti da Spes, erano costituiti quasi prevalentemente da strutture nell'abbondante legno della giungla e in argilla cotta, materiale che diverrà centrale nell'edilizia urbana. Ad oggi sono pochi i resti degli semplici edifici della prima fase della città, ma nei piccoli villaggi intorno a Thortuga è ancora possibile osservare una architettura semplice e quasi immutata da un secolo.

I materiali maggiormente usati sono la diorite e l'andesite, sia grezze sia lavorate, impiegate per le strutture portanti di molti palazzi governativi, la argilla cotta e colorata o l'arenaria (entrambe per il rivestimento degli esterni) e ovviamente il legno. Quest'ultimo materiale veniva precedentemente ottenuto dal taglio degli alberi nella fitta giungla delle Isole Marosul, ma in tempi più moderni i costruttori hanno optato per l'importazione di legno d'abete o di quercia scura, ritenuti più durevoli ed esteticamente migliori. L'argilla cotta è uno dei prodotti maggiori del settore secondario nazionale, ampiamente usata nell'edilizia per conferire alle case, da quelle popolari agli eleganti uffici, colorazioni variopinte tipiche della tradizioni thortughese. Le tinte maggiormente utilizzate sono il rosso, il giallo e il verde, che quasi per caso richiamano i colori della bandiera nazionale.

La quasi totalità dei progetti deve passare attraverso l'approvazione del S.U.G.O. (Sottosegretariato Urbanistica e Grandi Opere) e del S.E.A. (Sottosegretariato Edilizia e Architettura), i cui architetti si occupano di valutare e correggere i progetti dei privati, o realizzare le richieste dei cittadini su commissione. Nei primi anni dall'abbandono della monarchia, il ruolo svolto dal S.E.A. era delegato ad un organo provvisorio rinominato C.C.C.P..

Quartiere popolare

E' uno dei distretti più antichi della città e, nonostante il nome, abitato da personaggi illustri e politici di spicco. La sua attuale denominazione fa riferimento allo stile, più semplice rispetto ai palazzetti nobiliari di epoca monarchica, e allo scopo per il quale era stato originariamente costruito: ospitare la classe operaia cittadina. A partire dalla caduta della monarchia e la seguente espansione della città, il quartiere popolare, di posizione centrale e vicino alle sedi governative, è stato rivalutato e modernizzato, grazie, fra le molte migliorie, alla dotazione di un moderno sistema fognario ed energetico.

Vicino alle case, che si sviluppano in altezza e sono quindi dotate di balconcini ed ampie terrazze sugli attici, è possibile trovare piccoli parchi, porticati e, sul lato est, una passeggiata che costeggia la spiaggia della città. I materiali più comuni sono il legno, l'andesite e la diorite (seppur in misura minore) e ovviamente argilla cotta e arenaria. Le vie principali connettono i cittadini alla Piazza Rossa e al Pablov.

Quartiere monarchico

Questo quartiere ospitava un tempo le famiglie nobiliari di Thortuga, decadute con la fine del potere del Re. Molte casate, iniziato il processo di decadenza, hanno preferito vendere i prestigiosi immobili a imprenditori, commercianti e politici. Si tratta di strutture che occupano la grandezza di quattro normali lotti abitativi, con cortili interni e normalmente sviluppate solo su due piani (con l'aggiunta di cantine originariamente per la conservazione dei liquori). L'argilla e l'arenaria dell'adiacente quartiere popolare lasciano il posto a marmo, quarzo per i dettagli, intonaci pregiati e molta più andesite e diorite. Esempi di palazzetti si possono osservare sulla piazza del mercato, dove è ospitato il monumento ai caduti per il Morbo di Gor-Lorach, e più generalmente nella parte sud della città.

La posizione, distaccata dalla Piazza Rossa e dal Pablov, è indice della partecipazione politica durante la monarchia. I nobili erano abbastanza facoltosi da usare carrozze e altri mezzi, quindi cercavano un luogo lontano da quelli normalmente frequentati dal resto della popolazione.

Quartiere Nord

Il quartiere più recente di Thortuga, con il complesso noto come "Parco della diplomazia" completato agli inizi del 3000 d.F., è quello situato a Nord. Il primo edificio è stato cronologicamente, la centrale elettrica, sono seguite alcune abitazioni in uno stile misto fra il popolare il nobiliare (dimensioni standard, sviluppo verticale, ma uso abbondante di diorite e marmo) e l'Ospedale "Pablo Ramiro Stardel". E' delimitato da un lungomare che, percorso interamente, va dalla Piazza Rossa alla Centrale Elettrica, raggiungendo l'accesso alla fungovia. Il "Parco della Diplomazia" è un complesso di edifici, delimitato da un basso muro di cinta in diorite e andesite, adibiti a sedi di uffici Statali per le relazioni e i tesseramenti esteri, sale per i congressi e le conferenze dei membri del Concordato Fungo-Rosso-Notturno.

Il Pablov

Sede della vita politica ed amministrativa della città di Thortuga, ospita al suo interno numerosi punti di riferimento e ritrovo per la vita cittadina, il più importante è sicuramente il salone dell'Assemblea del Partito Modernista di Thortuga, con grandi spazi, drappi multicolore e ripide scalinate.

Precedentemente il Pablov era la residenza reale del Re di Thortuga, Ferdinando I, durante il periodo monarchico.

La Centrale Elettrica

Il centro ingegneristico e tecnico della città, costantemente aggiornato con le tecniche di produzione energetica più efficienti. Ospita spesso mostre a scopo didattico aperte alle scuole o ai privati, con il fine di stimolare l'interesse della popolazione verso le tematiche scientifiche. Lo stile è austero e molto differente dal resto della città, con argilla e cemento e ampie vetrate dai colori opachi. E' comparabile, in dimensioni, solamente al Pablov e, nonostante le critiche mosse da associazioni ambientaliste e comitati di quartiere, è oggi ritenuta dagli architetti del S.E.A. un eccellente compromesso fra efficienza e stile.

Il Cigar Club "La Lorjona Roja"

Luogo di vizi e cultura, il Club del Sigaro è il locale notturno più frequentato della capitale modernista. Qui galantuomini di tutte le età si soffermano a gustare distillati invecchiati e tabacchi da tutto Karaldur mentre vengono allietati dalle voci angeliche delle sensuali cantanti. Al secondo piano è allestita una mostra permanente di arte contemporanea.

La Distilleria "Crumino"

La Distilleria Crumino è un'edificio sede dell'impresa a conduzione familiare fondata nel 2967 d.F. da Aramanzio Brodèsko y Skemisàl. Il liquore maggiormente prodotto è l'omonimo Rum Crumino, una varietà di rum bianco con infuso al cacao, invecchiato cinque anni in botti di quercia. Tale prodotto si diffuse rapidamente sul piano di Karaldur grazie a Karos Boturas, gestore della "Locanda del Saltimbanco" a Spes.

L'ospedale "Pablo Ramiro Stardel"

Eretto in risposta al Morbo di Gor-Lorach, l'ospedale porta il nome del primo Presidente della Repubblica Modernista di Sant'Elio. L'edificio è il centro medico e chirurgico più importante sull'arcipelago delle Isole Marosul.

La fortezza "Pablov Edeva Mora"

La fortezza, chiamata nel dialetto locale "Pablov Edeva Mora", ossia "Fortezza della Stella Nera", è stata edificata nel 2980 d.f per rispondere alla necessità di proteggere la baia e creare un'adeguata infrastruttura di natura militare.

Costruita sopra i ruderi della vecchia "Forteza Moncada", fortificazione di età monarchica ed utilizzata dal regime come carcere militare, è costruita principalmente in cemento, con le merlature in cemento rinforzato da canapa.

Il nome deriva dalla sua forma, stella ad otto punte, e dal colore delle merlature. Al suo interno ospita importanti strutture logistiche come la polveriera e l'armeria principale del corpo dell'Armata Rossa.

Complesso industriale Bresetta

Costruita nel 3021 d.F. dal figlio dell'imprenditore Carlos Javier y Nyhon de la Bresa, tale Nihosev Carlos, il complesso industriale della Bresetta è un centro siderurgico sito fuori le mura della città. L'acciaio ivi prodotto è fondamentale per l'industria bellica nazionale.

Università "Ludwig Adegheiz"

Completata nel 3052 d.F. e sede dell'Università degli Studi di Thortuga è centro degli studi di formazione avanzata della Repubblica Modernista oltre che sede della ricerca e sviluppo di ogni campo dello scibile umano. Essa è composta da tre edifici principali. Due tinteggiati di rosso con merlature in diorite e tetti in legno trattato scuro. I due edifici si specchiano l'uno con l'altro e sono semi speculari. Essi sono collegati da un ponte sospeso che permette agli studenti uno spostamento più agevole tra le classi. La terza indipendente struttura è arancione e ha gli stessi dettagli dei due immobili precedenti. Tra le mura vi sono sono aule per l'insegnamento, uffici di segreteria e il museo di Antropologia.

Politica

20px-Exquisite-kfind.png Per approfondire vedi anche Partito Modernista e Repubblica Modernista

L'ordinamento statale segue quello delle precedenti Repubbliche Moderniste: il Partito Modernista, organo fondamentale alla base dello stato, è guidato dal Segretario, che è a capo dell'Assemblea dei Tesserati e ha il compito di presiedere il Governo. A capo della Repubblica Modernista di Sant'Elio sta il Presidente, che assume un ruolo prevalentemente rappresentativo.

Difesa

20px-Exquisite-kfind.png Per approfondire vedi anche Armata Rossa

A difesa della Repubblica Modernista vennero istituite le Forze Armate Moderniste di Thortuga (FAT) anche se, non ufficialmente, rimase loro il nome di Armata Rossa.

Economia

Settore Primario

Questo settore comprende le attività di raccolta delle risorse essenziali alla vita cittadina. Oltre al settore minerario è molto importante anche la produzione di legname, destinato sia al consumo interno che all'esportazione, dal Silo Jevabusoño Maderañas Poloño. Essenziali anche la pesca e l'agricoltura, effettuate sia per conto dello stato che da privati cittadini.

Settore Secondario

In questo settore rientra la produzione e la lavorazione dei metalli, come ferro e acciaio, la produzione di supplementi bellici, la produzione energetica e la produzione dell'argilla cotta ampiamente utilizzata nello stile architettonico cittadino.

La produzione industriale è effettuata nella sua quasi totalità da imprese statali, anche se il Partito Modernista incoraggia la creazione di industrie private.

Settore Terziario

In questo settore si possono individuare diverse componenti.

Buona parte del settore è occupata dagli organi di stato, che offrono occupazione ad una considerevole parte della popolazione.

La componente turistica abbraccia il tranquillo villaggio di Carcosa, e sono frequenti gite organizzate sul monte dell'Osservatorio e nella giungla. Importanti, anche per il valore storico, le visite alla "Fossa", ossia la più importante base ribelle del periodo monarchico.

A seguire la componente commerciale, costituita sia da scambi con l'estero, soprattutto di materiali come il legno pregiato, che da botteghe e negozi locali.

In crescita il settore dei trasporti, grazie ai collegamenti con il sistema di fungovie per il trasporto merci, e la presenza di una ghiacciovia sotterranea per viaggiare rapidamente verso Spes.

Usi, costumi e società

La Lingua Thortughese

20px-Exquisite-kfind.png Per approfondire vedi anche Lingua Thortughese.

La lingua parlata e compresa dalla stragrande maggioranza della popolazione di Thortuga è il Thortughese. Anche il denai è utilizzato spesso, soprattutto in ambito commerciale, letterario e come interfaccia con le popolazioni estere.

Culti e festività a Thortuga

La Repubblica Modernista di Thortuga si professa laica e la libertà di culto e di fede all'interno dei propri confini sono tutelate dalla costituzione. La religione maggioritaria è il Culto di Thor Bannatore, che è professato dal 80% della popolazione thortughese.

Le principali feste sono:

Giorno di Thor (Terza settimana del mese di Spes)

È la festività più importante per i fedeli al Culto di Thor Bannatore, religione maggioritaria nella Repubblica. In questo periodo dell'anno i fedeli al culto appendono all'ingresso della propria abitazione un martello a simboleggiare lo strumento usato da Thor nella Prima Battaglia.

Festa nazionale della donna (2° Darbis di Venes)

In questo giorno viene celebrata Santa Simone, protettrice della Bellezza e del Canto. Durante questo giorno, è pratica comune da parte degli uomini intonare per le proprie donne una dolce serenata.

Festa del lavoro(1° Lebis di Varpu)

Celebrazione di Sant'Elio, protettore dei costruttori.

Festa della Repubblica(1° Darbis di Varpu)

Il marchio del rum più famoso a Thortuga

La festività principale della Repubblica, in questa data si celebra l'anniversario della fine della Rivoluzione Modernista e l'instaurazione della Repubblica di Thortuga.

La Cucina Thortughese

Il Rum

20px-Exquisite-kfind.png Per approfondire vedi anche Rum

Sorseggiato lentamente da solo o in combinazione con altre bevande, ad esempio il Thuga Libre, è il superalcolico preferito dai Thortughesi.

Società, associazioni e aziende con sede a Thortuga

La Società Etno-Antropologica Modernista

Fondata nel 2961 d.F. da Aramanzio Brodèsko y Skemisàl e Francisco Carrera, prese in custodia i principali siti archeologici dell'arcipelago e scrisse a proposito una relazione concernente tali scoperte fatte nel 2962 d.F. La società si dissolse alla morte dei due soci fondatori nel 2997 d.F.

Consorzio Nazionalmodernista per la Libertà

20px-Exquisite-kfind.png Per approfondire vedi anche Consorzio Nazionalmodernista per la Libertà

Il Connalib è un'associazione non governativa fondata da Piriños Plogolio Pulcianòv, sorta a Thortuga nel 2998 d.F., con l'obbiettivo la difesa della libertà dei cittadini modernisti e la loro tutela. A seguito della morte del fondatore nel 3020 d.F. l'associazione vide diminuire il numero dei suoi iscritti e la sua influenza politica.

Fabbrica D'Armi Paulito Bresetta

20px-Exquisite-kfind.png Per approfondire vedi anche Fabbrica D'Armi Bresetta

Azienda fondata nel 3002 d.F. da Carlos Javier y Nyhon de la Bresa, possiede il maggior complesso siderurgico privato della Repubblica Modernista.

Paesi limitrofi e luoghi di interesse

Bandiera di Carcosa

Carcosa

Prima della "Grande inaugurazione" questo era un piccolo villaggio di pescatori, situato a sud dell'Isola, e rappresentava uno dei principali punti di rifornimento ittico della nazione. Era spesso meta di turismo da parte dei cittadini di Thortuga, attirati dalle sue spiaggie bianche e dall'ottima cucina a base di pesce. Dopo l'arrivo di Edward Richtofen e la "Grande inaugurazione" del 2999 d.F. il villaggio vide un rapido sviluppo edilizio. Nel 3014 d.F. Carcosa si fregiò del titolo di Pueblo, ottenendo parziali autonomie. A causa del forte spopolamento successivo, nel 3038 d.F. tali privilegi vennero ritrattati e Carcosa tornò a far capo direttamente agli organi amministrativi della capitale.

Punta Cabana

Forte dell'avamposto di Punta Cabana

Fondato nel 2998 d.F. e situato all'estremo sud dell'isola di Sant'Elio, Punta Cabana è un centro urbano piccolo ma di grande importanza commerciale. Il suo porto rappresenta un importante scalo per le merci provenienti dalla parte occidentale di Karaldur, in particolare dal vicino Aramain.

Da sempre sede della famiglia Fios, l'insediamento ha consentito un grande sviluppo agricolo della zona portando anche alla coltivazione in serra di tutte le colture del piano; in anni più recenti il capofamiglia Gonzalo Fios ha ristrutturato il forte principale rendendolo la sede del distaccamento di Punta Cabana dell'esercito modernista.

Voci correlate