Stail

From Minecraft Wiki - ForgottenWorld
(Redirected from Stirpe degli Stail)
Jump to: navigation, search

Stirpe degli Stail

Casato-Stail.jpg
Dati familiari
Capostipite Zero Stail Walnut
In vita Edard Stail Walnut
Motto "Vivi nascosto."
Culto di famiglia Culto dell'Albero-Sole
Fatti importanti Ristrutturazione delle rovine di Kowe, Generale del CFE e Caporale dell'esercito unionista, arresto di Antonio Ferrante Enok nel giorno della pioggia assordante, pioniere di Tiamat e maschera di Lynth nel Sacro Concilio, fondatore e Arconte di Darkabir, architetto di Mainart, pioniere di Daramain e in seguito suo Re.
Città in cui ha vissuto la famiglia Ewok, Tiamat, Darkabir, Geas Ferenul,Mainart, Daramain

Gli Stail sono una stirpe molto antica, a sua volta avente origine all'interno del Clan Walnut. Il primo membro conosciuto fu Zerostail Walnut, il cui nome venne in seguito scisso in Zero e Stail in modo da formare il cognome del nuovo ramo famigliare. Gli Stail, dopo un'inizio da eremiti, si sono poi aggregati ad alcune delle maggiori città del Jandùr , andandovi spesso a ricoprire ruoli di primo piano.

Ewok

Zero Stail Walnut, il Solitario (1637 d.F. - 1678 d.F.)

Zero Stail, a causa di un assalto di mirrodianiani alla sua tribù,rimase separato dal resto dei suoi compagni in tenera età. Rimasto solo, riuscì a sopravvivere grazie alle sue innate abilità nell'uso della spada e nella pesca. In seguito il suo rifugio eremitico, un'antica torre forse appartenente alla civiltà di Kowe,venne scoperto da alcuni cittadini di Ewok. Il capo di questi, Anacleto Dead Brogia, riconobbe in zerostail un membro del clan Walnut, da sempre amico della città, e lo invitò a diventare cittadino. In città, Zero Stail si distinse per la sua maestria con la spada, che lo portò a scalare in fretta i ranghi del CFE (partecipò, tra l'altro, alla cattura di Enok nel Giorno della pioggia assordante). Ereditò in seguito dal defunto Arnoldo Dead Borgia le cariche di Generale del CFE e di Colonnello dell'esercito Unionista.

Morì mentre guidava l'avanguardia Unionista nella battaglia del Monte Morgan.

Rank Stail Walnut, il Mite (1670 d.F. - 1760 d.F.)

Primogenito di Zero Stail Walnut,Rank trascorre la su infanzia ad Ewok, senza per questo rimanere all'oscuro delle sue origini Walnut, che gli vengono narrate dal padre.A soli 8 anni arriva però la notizia della morte del padre, nonchè i problemi relativi al diffondersi del virus dell'apocalisse. In parte a causa della partecipazione dell'URMM al conflitto, e in parte a causa delle voci su un coinvolgimento della stessa nazione nella diffusione del virus nacque nel ragazzo un profondo odio per l'ideologia Modernistica. In seguito egli stesso collaborò all'intervento sull'ideologia dell' Unionismo per aggiungervi la componente di rigetto dell'ideologia Modernista. In seguito alle gravi perdite subite dall'Unione all'inizio dell'Apocalisse,alla fama del defunto padre e alle sue doti intellettuali e organizzative Rank divenne Senatore della Repubblica oligarchica nel 1705 d.F. Da qui fino alla sua morte lavorerà ininterrottamente per mantenere la forma di governo senatoriale e l'unità delle città sopravvissute al Caos dilagante.

Talod Stail Walnut, il Mediocre (1711 d.F. - 1769 d.F.)

Talod crebbe in una condizione agiata grazie alla posizione del padre. Ottenne alcuni incarichi all'interno dell'amministrazione cittadina, tra cui il più importante fu quello di Custode delle scorte Alimentari. Nonostante ciò, la sua vita passò all'ombra della fama e delle azioni del padre. Alla morte del padre la famiglia dei Borgia pensò di poter facilmente controllare Talod, e per questo lo nominò perchè venisse eletto senatore, cosa che avvenne nel 1761 d.F. Il nuovo senatore però rifiuto i contatti coi Borgia, e anzi si adoperò per impedire i loro complotti, volti a una centralizzazione del potere nella loro famiglia .Forse correlato a questi attriti fu il misterioso attentato del 1770 d.F., che ebbe come vittime Dwei Stail Walnut e sua moglie.

In seguito alla morte del figlio Talod cadde in stato depressivo, culminato in un dubbio suicidio alla fine dello stesso anno.

Yren e Dwei Stail Walnut, i Gemelli guerrieri (1741 d.F. - 1770 d.F.(Dwei) - 1814 d.F. (Yren))

Nati dall'unione di Talod Stail e Sylvie Woos i due, fratello e sorella, rimasero molto legati sin da piccoli. A 12 anni entrambi entrano nel Corpo Armato anti-Bakreantu (CAB), dove divennero famosi per il loro stile di combattimento in coppia. Nel 1770 Dwei morì in circostanze misteriose al limitare della foresta. Yren, sulle tracce degli assassini, ritrova invece Kraven Stail Walnut, figlio neonato del fratello. In seguito alla morte del padre ,sono Yren e sua madre a prendersi cura del piccolo, ormai unico discendente dei Walnut. Yren acquisisce nel 1790 d.F. la carica di "Maestro sterminatore", ovvero il massimo grado del CAB.

Muore nel 1814 durante l'invasione di bakreantu in seguito conosciuta come "La notte dei fuochi".

Kraven Stail Walnut, l'Archeologo (1770 d.F.- 1841 d.F.)

Adottato dalla sorella del padre naturale, Kraven si arruola nel CAB, nonostante le sue scarse doti combattive, per seguire le orme del padre mai conosciuto;nel frattempo egli partecipa attivamente al lavoro di riscoperta delle rovine di Kowe, sia per piacere che per dovere (la popolaione ormai interamente insediata nelle rovine aveva bisogno di più spazio abitabile). Nel 1814 è presente alla "Notte dei fuochi", un'invasione dei bakreantu tramite il canale metropolitano Ewok-Bopville, che porta al quasi completo annientamento del CAB e al crollo della Metropolitana stessa a causa delle esplosioni dei Creeper. Kraven, mutilato durante la battaglia, si dedica allo studio delle rovine più profonde di Kowe, ed è forse tra i primi a riportare alla luce le informazioni riguardanti gli 8 spiriti guardiani.

Giulio Stail Walnut, il Distaccato (1805 d.F. - 1852 d.F.)

Nato da Kraven Walnut e da Elen Borgia, il ragazzo viene avviato precocemente agli studi in previsione di una sua possibile elezione al senato, grazie all'appoggio dal lato materno. Nonostante questa via venga preclusa dalla "Notte dei Fuochi", il ragazzo porta brillantemente a compimento il percorso scolastico, al termine del quale decide di unirsi al padre nello studio delle rovine (1828 d.F.). La nascita dei figli nel 1832 e nel 1834, nonchè la morte del padre nel 1841 sono gli ultimi avvenimenti a interessarlo: in seguito Giulio continuerà ininterrottamente i suoi studi non preoccupandosi della situazione circostante o dei familiari, atteggiamento che gli garantì il soprannome di "Distaccato". Nel 1850 terminano gli studi alle rovine con la prima edizione del "Culto dell'Ordine", libro in cui si spiega la verà natura del culto dell'Albero Sole, fino ad allora ignota.

Nel 1852, mentre lavorava alla seconda edizione, viene linciato da alcuni fanatici dell'Albero Sole.

Dom Stail Walnut (1834 d.F. - 1843 d.F.)

Dom, figlio minore di Giulio, conduce la sua infanzia insieme al fratello Berk, rimanendo però distaccato dal padre, visto da entrambi i fratelli come una figura sempre più estranea a causa della sua scarsa presenza nelle faccende familiari.

Muore nel 1843, colpito dall'epidemia di CLV4 scatenasi in quel triennio (1842-1844).

Berk Stail Walnut, il Bandito (1832 d.F. - 1875 d.F.)

Dopo aver passato un'infanzia solitaria con la nonna Elen e il fratello Dom, rimane estremamente colpito dalla morte del fratello e dalla totale indifferenza del padre verso quest'ultima. Nel 1844 Berk lascia la casa paterna per unirsi a una delle nascenti bande di malavitosi che imperversavano per Kowe in quegli anni turbolenti. Negli anni egli riunisce attorno a se molti "validi" elementi, andando a fondare i "Figli della radice", una tra le più longeve bande criminali di Kowe. Nel 1852 la morte del padre porta in lui un'inaspettata tristezza, che porta il capobanda ad esaminare il lavoro paterno e ad abbracciare gli insegnamenti del "Culto dell'Ordine".

Nel 1875 viene catturato ed imprigionato dalla Guardia del Cancelliere,e in questo anno morirà per problemi di salute aggravatisi a causa della detenzione.

Frey Stail Walnut, l'Arguto (1845 d.F. - ? d.F.)

Frey Stail Walnut, educato dal padre nei precetti del neo-nato Culto dell'Ordine, crebbe covando una fervente fede per il culto stesso. Sempre legato alla banda del padre, ebbe più che altro una funzione di sacerdote, avendo quindi il merito di spandere ulteriormente la religione nei bassifondi di Kowe. Il ragazzo divenne particolarmente devoto al culto di Lynth, in quanto la morte era all'ordine del giorno in quei tempi turbolenti, ed il ragazzo si era appassionato ai misteri che essa celava. Con l'imprigionamento del padre la banda dei Figli della Radici si sciolse, benchè molti membri rimasero legati alla carismatica figura di Frey, andando ad accrescere la sua importanza. Sopravvissuto miracolosamente alle persecuzioni del 1879 d.F., Frey viene reso partecipe del segreto dei tunnel Ewok-Bopville: da qui in poi egli sarà considerato parte del Proto-Concilio del Culto, ed entrarà a far parte nel 1925 d.F., ormai ottantenne, del Sacro Concilio di Ewok.

Dalla Seconda Diaspora alla caduta di Tiamat

Le cronache non riportano la data di morte di Frey Stail, benchè si presuma sia avvenuta entro 5 anni dall'affermarsi del concilio. Dopo di lui, la dinastia degli Stail si conformò all'ideale di Immortalità delle maschere: i nuovi figli non videro mai venirsi assegnato un nome, poichè ad essi ci si riferiva coll'appellativo di Maschera così come ai padri. Di fatto è quindi impossibile stabilire quanti passaggi generazionali abbia affrontato la dinastia, e neanche se essa derivi ancora dalla linea di sangue originale o se essa si sia estinta nel silenzio complice del Culto.

Darkabir

Relik Stail Walnut, il Ribelle ( 2431 d.F. - 2477 d.F.)

Relik fu l'ennesimo interprete della Maschera di Lynth. A differenza dei suoi predecessori però provò una nausea crescente per il Culto e per il Concilio, dovuta forse alla sua giovane età. Inizio quindi gli studi nella biblioteca di Tiamat, dove scoprì l'esistenza e la grandezza dell'Unione, nonchè alberi genealogici frammentari della sua stirpe e del suo Clan. Conobbe qui Aster Chip Walnut, figlio della Maschera di Asternys e suo coetaneo. I due condivisero l'ammirazione per tutto ciò che era unionista, ammirazione che si tramutò ben presto in ideologia e poi in azione. Nel 2450 d.F. si ebbe a Tiamat la Ribellione Silente, ovvero una cospirazione volta a rovesciare il Concilio. La stessa fallì, e il ragazzo venne imprigionato insieme ad Aster Chip e a molti altri compagni nella prigione fortezza di Icewind, meglio nota come Darkabir. Qui nel 2451 d.F., dopo una fortuita rivolta interna alla prigione, iniziò a sviluppare la città sognata da lui e da Aster Chip, la quale mantenne il nome di Darkabir. Relik ed Aster seguiranno la parabola ascendente della città, rimanendone i capi indiscussi fino al 2476 d.F., anno in cui Aster venne colpito da una misteriosa malattia: Relik cadde in uno stato depressivo, e affidò sempre più potere ai suoi consiglieri (decisione che porterà alla prima fase degli Scontri di Rossaneve).

Nel 2477 d.F., a causa della notizia dell'inizio delle ostilità con Helyon (poi rivelatasi fasulla) Relik si suicidò gettandosi dalla cima della torre.

Hevon Stail Walnut, l'esiliato ( 2465 d.F. - 2538 d.F. )

Il Martello Mjollnir

Hevon, nato a Darkabir sotto il governo di suo padre, ricevette da subito un trattamento iperprotettivo. Relik è infatti preoccupato per la sua incolumità, a causa degli scontri interni dovuti ai cosiddetti Figli Neri dell'Arcontato, al punto da mandare segretamente Hevon, avente 2 anni, al Clan Geas Ferenul. Qui il giovane cresce conscio della sua stirpe e dei suoi futuri doveri, in vista dei quali si prepara sia fisicamente, ma soprattutto mentalmente, grazie ai libri di suo padre e alla biblioteca del Clan Eremitico, da sempre sede di grandi intellettuali. A causa dell'isolamento geografico del Clan, il ragazzo apprende solo nel 2483 d.F. le notizie sulla morte di suo padre e sulla Guerra Bianca; deciso a riprendere le redini della città da Ercole Lorud, da lui visto come responsabile per la morte di Relik, parte alla volta della città nel 2485 d.F., dove in seguito al suo arrivo si aprirà la seconda fase degli Scontri di Rossaneve. Abbandonata la città coi pochi seguaci superstiti, Hevon troverà rifugio nella città di Mainart. Le sue doti gli permisero di guadagnarsi da vivere grazie alla sua abilità come Architetto, ma Hevon sentiva su di se i vecchi rancori dei cittadini Helyani nei confronti di Darkabir. Per questo nel 2497 d.F. si trasferisce nella neonata Daramain, dove diviene una figura di riferimento per i profughi Darkabiriani, nonchè membro del Jenmana addetto ai rapporti con l'estero. Nel giorno della nomina ricevette da Re Immortale in persona un pesante martello completamente fatto di ferro, il cui nome era Mjollnir: tale martello, oltre ad essere un'antico manufatto del Caranthir, aveva il compito di ricordare ad Edard la pesantezza del compito che si apprestava a svolgere.

Hevon morì nel 2538 d.F., colpito da una freccia vagante nella Piana di Gojul, durante la guerra nota come Faida del castigo. La sua posizione all'interno del Jenmana venne assunta dal figlio Edard.

Daramain

Edard Stail Walnut, l'Artefice (2500 d.F. - 2559 d.F. )

Edard Stail di fronte al Motore L-Bn

Edard Stail Walnut nasce a Daramain, dall'unione tra Hevon Stail e Karal Jencak, la figlia di un modesto clan di minatori del Caranthir. La morte della madre nel 2509 d.F. lascia il giovane senza una figura di riferimento, in quanto il padre, impegnato nelle attività di gestione di Daramain, poteva dare solo una minima parte della sua attenzione al figlio. Edard, per riempire le sue giornate, iniziò a studiare i tomi della biblioteca del padre, alcuni dei quali risalivano addirittura ai tempi di Tiamat, e tra di questi vi erano copie di libri ancora più vecchi, scritti nella Repubblica Oligarchica dell'Unione. In particolare il libro di Ereb Thoron contente i progetti della gloriosa aereonave unionista, la Walfang, catturò l'attenzione del giovane, il quale si dedicò allo studio della bagliopietra e dei suoi meccanismi, una scienza che stava venendo recuperata appunto in quegli anni. Le capacità inventive di Edard si rivelarono strabilianti, al punto che all'età di 17 anni venne realizzato in base ai suoi progetti il primo prototipo funzionante del Motore L-BN, il miglior motore a bagliopietra presente nel Letorian di quegli anni. Edard dovette pagare però uno scotto per la sua rapida ascesa nel campo scientifico: durante un esperimento con le celle laviche finito male parte della sua faccia venne ustionata, portandolo ad indossare il suo famoso monocolo per coprire l'occhio bruciato. Anche grazie alle sue scoperte nel 2518 d.F. venne presa dal Jenmana la decisione di ristrutturare la torre di Darkabir in vista della realizzazione del Masvesanòs Daramainul, il veliporto di Daramain.

Muore nel 2659 d.F. durante la Battaglia delle montagne Scudo contro i Buhuiti, guidando l'attacco suicida della Silverna contro l'aereonave ammiraglia nemica.

Voci Correlate