Moradon

From Minecraft Wiki - ForgottenWorld
Jump to: navigation, search
Moradon
Blasone Moradon.PNG


Motto "Perseveranza per l'adempimento"

Capostipite Bunivir Moradon

Culto Culto di Uhle

Luoghi Avalon, Eduial, Lumvalos

Eventi Deputato di Eduial, Fondatore di Lumvalos, Guardia dei Sigilli di Lumvalos

La famiglia dei Moradon risale alla Quarta Era, le caratteristiche che la contraddistinguono sono lealtà, onestà e passione per l'architettura

Quarta Era

Bunivir Moradon (2640 d.F. - 2720 d.F.)

Bunivir, un semplice taglialegna di Avalon, fu un buon lavoratore nonostante il suo cattivo carattere, un difetto che fortunatamente non fu tramandato al resto della famiglia Moradon, e contribuì al grande disboscamento della zona est della città. Il suo merito più grande è stato quello di aver progettato il porto di Avalon.

L'amicizia tra i Moradon e i Miroku ha radici fin dalla generazione di Bunivir.

Avimil Moradon (2716 d.F. - 2796 d.F.)

Avimil Moradon.

Nato ad Avalon, Avimil si trasferì ad Eduial non appena raggiunse la maggiore età. Lì ebbe la possibilità di aiutare la città con le sue doti di costruttore, che sfruttò ampiamente durante la sua vita, finchè non arrivò la distruzione dei buhhuiti, che causò la sua morte, proprio quando Avimil era in procinto di finire l'edificazione dell'Anfiteatro Lorud, progettato dall'architetto Windhelm Lorud.

In vita ebbe l'onore di essere Deputato di Eduial, e poco prima della fine assistette il Barone Meruem Tiosul e Alyon Forchel a dirigere la città.

Fu Avimil per la prima volta a stringere amicizia con i Deàdar, in particolare con Sirion.


Quinta Era

Murisol Moradon (2785 d.F. - 2872 d.F.)

Murisol Moradon.

Murisol fu il primo dei Moradon a vedere la Quinta Era. Abbandonò Spes molto presto per erigere il Fortino Moradon, uno dei primi avamposti costruiti ad Eseldur dopo la Città di Spes. Successivamente viaggiò molto, arrivando a scalare e dare il proprio nome alla cima Digitir Mòrison Eremùl ("Digitir porta della libertà") insieme ad altri tre compagni.

Durante i suoi viaggi incontrò Avernal Leotred, che cercava seguaci per dare vita alla città di Lumvalos. Lo seguì durante il soggiorno a Kushima e fu ispirato dalla sua fede, tanto da convertirsi al Culto di Uhle e aiutarlo a realizzare il suo profetico sogno nella fondazione di Lumvalos.

Come Sacerdote Ordinato, Murisol fu uno dei principali architetti della nuova città, progettando e dirigendo la costruzione di numerosi edifici sia privati che pubblici nella Città Alta, come il Municipio, la cinta muraria della Cittadella, la zecca e il museo. L'ultima sua più grande opera si rivelò essere la progettazione dell'Università degli Studi di Lumvalos.

Murisol fu il primo della famiglia Moradon a possedere la pietra Birdùr, che portava in un diadema, e la relativa spada, che sarebbero poi state tramandate per generazioni come cimeli della casata.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, leggere anche La spada Birdùr, la Gelida

Tisered Moradon (2822 d.F. - 2899 d.F.)

Tisered Moradon e Math Toranaga.
Tisered Moradon che brandisce la spada di suo padre.

Tisered ebbe l'onore di essere nominato Guardia dei Sigilli di Lumvalos, un ruolo molto adatto alla sua persona a causa della sua mente matematica e puntigliosa efficienza, caratteristiche che lo portarono inoltre a scrivere l'opera culturale "Il Pentagono".

Oltre al suo ruolo nel Sinodo, che consisteva nella gestione dell'economia cittadina, dalle tasse al commercio con le altre nazioni, omaggiò Uhle anche con la realizzazione di un gran numero di progetti per la sua città, tra cui la Torre delle mappe, il Mercato della Città Bassa e quello dell'avamposto agricolo, nonché la costruzione dell'intero impianto stradale esterno alla città.

Per la Guardia dei Sigilli fu molto importante il rapporto di amicizia che si instaurò con la famiglia Toranaga, di cui si può vedere sulla destra una raffigurazione, con Math Toranaga.

Tisered ebbe due figli: oltre a Caledon Moradon, generò anche Navila, una ragazza che detestava il credo religioso della sua famiglia e scappò dalla città in giovane età, purtroppo i suoi genitori non seppero più nulla di lei.

Caledon Moradon (2852 d.F. - 2904 d.F.)

Al contrario della sorella, Caledon continuò a vestire con orgoglio la toga dell'ordine sacerdotale di Lumvalos, e prese il posto del padre come Guardia dei Sigilli.

Caledon Moradon vanta una importante e forte amicizia con Forjetòr Aconitasi, che ha risvegliato da un sonno profondo e misterioso.

La sua morte avvenne in maniera cruenta in un incidente avvenuto a Spes, poco prima dell'apertura del portale supernico che condusse le popolazioni di Eseldur al riparo dal disastro vulcanico.

Aronis Moradon (2886 d.F. - ? d.F.)

Aronis fu l'ultimo dei Moradon ad essere nato nel piano di Eseldur. Attraversò il portale all'età di 18 anni insieme alla madre e fu testimone di un Karaldur vergine, nel quale i sopravvissuti del vecchio piano dovettero sopravvivere e gettare le basi per una nuova civiltà.


Sesta Era

Onomir Moradon (2915 d.F. - 3012 d.F.)

Onomir Moradon e il capostipite degli Oriheart di Yalven.

Il primo Zenit di Yalven. Un pilastro fondamentale per tutto il Regno di Altabruma a causa del suo carattere forte e deciso, sempre pronto a prendere provvedimenti nel momento in cui se ne verificava la necessità. Il regnante fu sempre amato dal popolo, ma fu costretto a ricoprire il ruolo di Zenit fino ad una veneranda età, a causa di una violenta malattia che gli portò via suo figlio Ulose.

Discorso di fondazione di Yalven

Lo Zenit Onomir Moradon salì con decisione i gradini dell'alto palco che gli era stato costruito al centro dell'accampamento. Indossava una giacca grigia e dura che rispecchiava il suo carattere stoico, e tra i suoi capelli brizzolati spiccava il diadema con la pietra Birdùr tramandato dalla sua famiglia. Intorno a lui si era riunita un'enorme quantità di gente volenterosa di essere partecipe a quell'evento storico, era presente la quasi totalità delle persone che lo avevano seguito nell'Aramain. Si prese un attimo per lanciare uno sguardo penetrante lungo la folla, aspettando che calasse il silenzio, poi proruppe con voce forte:

<<Oggi è un giorno glorioso per la nostra comunità. Sono passati più di sessant'anni da quando il popolo di Lumvalos ha perso la propria patria per cercare la salvezza nel piano di Karaldur. Ognuno di noi ha portato il proprio contributo alla fioritura della nuova Spes, una casa per tutte le nostre famiglie, ma ora è tempo di ritrovare la nostra strada. Insieme a tutti i nuovi compagni che si sono uniti a noi durante questo viaggio, che provengano da nobili famiglie di altre città o dal più piccolo dei villaggi, ora saremo uniti sotto un unico nome, il Regno di Altabruma. Ci sono voluti molti anni per prepararci a questo progetto, ma l'eccellente lavoro dei nostri minatori, architetti, fattori e mercanti ci ha permesso di stabilirci nell'Aramain centrale. Adesso è il momento che alte torri sorgano dalle acque del lago di Ajajaj e s'innalzino maestose verso il cielo!>>

La folla esultò, acclamando con eccitazione all'idea che l'immagine descritta dallo Zenit si sarebbe realmente concretizzata nel giro di pochi anni, visti i grandi preparativi che finalmente erano stati completati.

<<Avrò bisogno di tutti voi per compiere questa opera. I nostri esperti costruttori sono impazienti di cominciare con i lavori più impegnativi, ed è rimarchevole l'entusiasmo di tutti i volontari che sono pronti a seguire le loro direttive per accelerare il più possibile lo sviluppo della nostra nuova patria. A loro, dico che ora siamo pronti. Oggi io, Onomir Moradon, in funzione di primo Zenit, dichiaro che questo territorio è il nostro dominio. Oggi dichiaro la nascita di Yalven.>>

Il boato che accompagnò la conclusione fu come un'esplosione. Le parole di Onomir sapevano coinvolgere il cuore dei suoi seguaci, che da tanto tempo erano pervasi dal desiderio di realizzare quel sogno. Mentre applaudivano, alcune persone avevano le lacrime agli occhi, altre ringraziavano Uhle, e anche chi aveva un'indole solitaria si sentì, in quel momento, parte di qualcosa di veramente grande.

Ulose Moradon (2965 d.F. - 2984 d.F.)

Ulose non fu mai Zenit nonostante il suo sangue reale, a causa di una malattia che lo uccise molto giovane insieme alla moglie. Ebbe però la possibilità di aiutare suo padre nel Consiglio delle Nebbie in veste di principe di Altabruma, e questo gli portò l'appellativo di "Il Principe mai Zenit". Inoltre ebbe un figlio, Vàr Moradon.

Vàr Moradon (2983 d.F. - ? d.F.)

Vàr Moradon in compagnia di membri delle famiglie Oriheart e Toranaga.

Secondo Zenit del Regno di Altabruma. A causa della morte dei genitori fu cresciuto dal nonno.

Voci Correlate