Guerra della Breve Attesa

From Minecraft Wiki - ForgottenWorld
Jump to: navigation, search
Guerra della Breve Attesa
Descrizione

Casus belli: Voglia degli Harassiani di dimostrare di nuovo la potenza del loro regno, approfittando anche delle migrazioni dei valorosi guerrieri dall'Oligarchia che lasciarono la nazione per fondare le città della Diarchia di Korbian: Venes e Stailanded
Luogo: Langamain centrale
Data: 2583 d.F. - 2591 d.F.
Esito: Vittoria del Regno di Haras
Schieramenti
Attaccanti: Regno di Haras
Difensori: Oligarchia di Avalon
Comandanti
Attaccanti: Aretu, Royal, Aris
Difensori: Pers, Vincenzo Capo

Guerra iniziata nel 2583 d.F che vede coinvolto il Regno di Haras (attaccante) contro l'Oligarchia di Avalon. Il nome deriva dall'attesa nel iniziare gli scontri, infatti dopo la sua dichiarazione, per motivi ancora ignoti, passarono ben 8 anni prima della prima battaglia.

Il primo scontro fu combattuto nel 2591 d.F nellla pianura davanti alla città di Eduial, le truppe di Oligarchiche vengono schiacciate dalle truppe Harassiane, le quali con un azione a tenaglia chiudono l'esercito nemico che si trovava a pochi chilometri dalla città.

Dopo la vittoria nella prima battaglia l'esercito di Haras si dirige a Eduial, dopo aver conquistato il porto, nonostante l'accanita resistenza degli Oligarchici l'esercito riesce ad aprire una breccia nella portone princiale, i soldati possono quindi entrare in città, conquistando prima il Palazzo del Congresso , dove non si incontra resistenza. Infatti le truppe rimaste utilizzano il piano di fuga: lasciano la città grazie ad una strana costruizione volante, contro cui a nulla servirono le frecce scoccate dagli arcieri di Haras, la struttura era infatti rivestita da ossidiana, essa passò indisturbata le mura, portando verso Avalon le truppe rimaste.

Documenti

Dichiarazione di Guerra

IV Venes, 2583

All'Alto Cancelliere dell'Oligarchia, desidero renderla partecipe, in virtù del mio ruolo di Re di Daramain e diplomatico di Haras, che l'azione bellica sta per essere intrapresa nei vostri confronti. Le armate saranno schierate presto ai confini di Eduial, e la cingeranno presto d'assedio. Combatteremo in nome dell'onestà, in nome del nostro Regno in decadenza, altrettanto in decadenza quanto il vostro. Motiviamo le nostre azioni con il desiderio di riscattare entrambi i nostri regni, che rischiano di cadere nell'oblio.

In alto i cuori! Fertur II, Diplomatico di Haras

Replica di Avalon

Al nobile Fertur II, non vedo una grande logica nelle motivazioni di questa guerra, che senz'altro porterà a sgorgare altro sangue, nostro, ma sopratutto vostro. Come voi combattete in nome dell'onestà, noi combatteremo come leoni in nome della libertà, del valore supremo di essa. Riguardo alla decadenza reciproca che voi indicate, e per la quale intraprendete questa guerra, desiderosi di riscatto, posso dimostrarvi coi fatti, già nei prossimi giorni, come l'Oligarchia è proiettata nel futuro e come viva, progredisca e cresca nella luce e per la luce. La fine di un ciclo, e la mia famiglia ne ha visti molti di questi cicli abitando questa grande nazione da sempre, è la più grande opportunità di cambiamento che la storia può offrire. Io personalmente, quando il vento del cambiamento diventa forte, costruisco mulini a vento per sfruttarlo a dovere, perchè voi ergete muri per ostacolarlo continuando nella violenza?

In fede, Selbert Aliciresolah, Alto Cancelliere, Ministro dell'economia e tesoriere dell'Oligarchia di Avalon, Barone di Eduial.

Risposta di Haras

Simbis, II Vannu, 2583 d.F.

Caro Cancelliere, i recenti fatti politici di Letorian hanno dimostrato come il cambiamento da voi tanto promesso non sia che una vuota serie di parole, senza fondamento nè verità dei fatti. Letorian è nel completo caos, nessuno fa più politica internazionale, ovunque regna l'individualismo ed i patti oscuri non scritti. La responsabilità è solo ed esclusivamente vostra, che non avete saputo guidare da vincitori della Fase delle Convergenze Parallele il nostro amato Piano verso un Nuovo Ordine Planare. Queste sono le motivazioni fondamentali del nostro gesto. Vogliamo risvegliare e rinvigorire gli animi confusi di questi ultimi anni!

Fertur II

Resa di Avalon

Alle nobili autorità del Regno di Haras, quest'oggi le spade delle nostre nazioni, per l'ennesima volta, si sono incrociate con foga, facendo sgorgare altro sangue. Il vostro esercito, meglio organizzato e decisamente meglio addestrato ha vinto, riconosco, con merito. Giornate come quella di oggi rimangono aimhè negli annali della storia. Una storia che, ho capito solo adesso, sarà dominata sempre e comunque dal fragore e dai lampi dello scontro violento. Con rispetto porgo alla Regina di Sangar, Sara Lucy Biranmun, i miei omaggi, e a Fertur II la mia spada in segno di resa. Oggi la speranza è soffocata nel sangue, il futuro è incerto e il mondo è in preda a istinti animali. Silvendar c'è e ci sarà, ma la sua luce è stata pesantemente intaccata e oscurata da un atteggiarsi barbaro e guerresco, però dominante e decisivo nell'involuzione di questa umanità, sempre più annoiata, demolita, annientata, sempre meno umana.

Questo documento ufficializza la resa dell'Impero di Silvendar al Regno di Haras.

In fede, Selbert Aliciresolah, Imperatore di Silvendar, Barone di Eduial.

Risposta di Haras alla Resa

All'Imperatore di Silvendar

Onorevole avversario, siamo riconoscenti come nazione dell'onore delle armi che ci avete reso. Risponderemo, per una volta non con il disonore e con il sangue, non con ulteriori macelli e carneficine. Speriamo in un lungo periodo di pace tra il Regno di Haras ed il vostro Impero. Tuttavia credo che sarà per noi impossibile fermare lo spargimento di sangue nei confronti dei vostri connazionali di Viluis. Purtroppo la ferita aperta da Evilio è ancora lungi dall'essere sanata nei nostri cuori, e le scorrerie continueranno in quella città. Mi riservo di proibire, e di sanzionare, gli attacchi alle città appartenenti alla ex-Oligarchia, per rendere onore alla vittoria ed alla vostra onestà. Ne approfitto inoltre per smentire e prendere le distanze dagli attacchi di Mattyx che hanno sporcato con il tradimento l'inizio della battaglia. In questa sede mi permetto di ricordare di come, purtroppo, i mercenari nelle guerre spesso si rivoltino contro chi li ha assoldati, volgendo loro le spalle se la battaglia favorisce l'avversario. Capisco l'amarezza della resa, ma non è nel nostro cuore infierire in questa situazione.

Fertur II controfirmato dal Jenmana in vicariato alla vicereggenza di Haras

Voci Correlate