Stardel

From Minecraft Wiki - ForgottenWorld
(Redirected from Famiglia Stardel)
Jump to: navigation, search
Stardel
Motto Il Partito è tuo amico. Obbedisci al Partito

Capostipite Ivan Federovic Stardel

Culto Thor Bannatore Draftismo

Luoghi Alyon, Thoringrad, Navarone, Thorvil, Thortuga

Eventi Presidente del Partito Modernista, Segretario del Partito Modernista, Sottosegretario alla Propaganda Modernista, Vice-Ammiraglio della Marina Gialla

La famiglia Stardel (Sàtardel in Denai) vanta una stirpe di famosi personaggi. La famiglia è considerata una delle più importanti del Modernismo, infatti molti dei suoi membri hanno occupato posti in primo piano nella storia del Partito Modernista. Gli Stardel sono stati inoltre la prima famiglia modernista nella quinta era a vantare tra i suoi membri sia Segretari del Partito Modernista (Vasili Stardel nel 2773 d.F. e Iosif Stardel nel 2875 d.F.), che Presidenti dell'URMM (Alexei Stardel nel 2817 d.F. e Anatoliy Stardel nel 2830 d.F.). Di seguito sono elencati i membri più importanti della famiglia.

Terza Era

Ivan Stardel

Vice-ammiraglio Ivan Stardel - 1675 d.f..

Ivan Stardel, (Alyon, 1640 d.f. - Spes 1678 d.f. ) fu un famoso ingegnere e politico modernista, è considerato il capostipite della famiglia. Dopo essersi diplomato all'Istituto Imperiale di Mirrodin, a vent'anni, turbato dall'autoritario governo mirrodiano e attirato dall'ideologia modernista, decise di trasferirsi a Thoringrad nell'URMM. Qui inizia a interessarsi alla politica e si iscrive al partito nel 1666 d.f., subito riconosce in Jay Kenton il suo mentore e collaborerà con lui nel 1674 d.f. nella fondazione della Marina Gialla, il primo corpo di polizia di Thoringrad. Nel 1662 d.f. sposa Edwinna Ravenal, dalla quale avrà un figlio nel 1665 d.f., Thom Stardel

Nel 1670 d.f. subì un grave incidente: durante i lavori per la metropolitana Thoringrad-Abstergo, una fornace esplose vicino a lui, causandogli ustioni di quarto grado su tutta la parte superiore del busto e della testa.

Grazie a un immediato ricovero, Stardel riuscì a sopravvivere ma, per sopperire ai gravi danni causati dall'incidente, i medici modernisti dovettero impiantargli un avanzato sistema protettivo che, tramite iniezione continua di sostanze in grado di gestire tutte le sue funzioni respiratorie e circolatorie, lo mantenne in vita.

Morì negli eventi che portarono all'Apocalisse jagdana, a cause dell'infezione del virus CLVV3. Un anno più tardi sua moglie e suo figlio quattordicenne attraversarono l'Antico Portale, durante la Prima Diaspora.

Aspetto


Purtroppo non sono giunte a noi fotografie precedenti all'incidente che lo costrinse nell'armatura protettiva ma fonti riferiscono che Stardel fosse un uomo di bell'aspetto e dai folti capelli rossi. Il sistema protettivo utilizzato da Stardel inizialmente era composto solamente da poche piastre collegate ad avanzati sistemi a redstone, con l'avanzare degli anni egli migliorò notevolmente il sistema, implementandolo in un'armatura che, oltre che garantirgli il supporto vitale, si rilevò utile nella difesa personale.

Opere Ingegneristiche


La Stardel Inc. fondata nel 1665 d.f. a Thoringrad, per quanto piccola, collaborò fortemente allo sviluppo urbanistico dell'URMM.

Tra i progetti più celebri spiccano la prima strada di collegamento Thoringrad-Abstergo, la Torre Stardel (sede della compagnia), lo scavo per i tunnel della prima metropolitana modernista (durante il quale subì l'incidente che gli fu quasi fatale) e il tribunale cittadino.

La Stardel Inc. collaborò anche nella costruzione della prima locanda di Aleksandr Vestinus, sorta in prossimità di Silthrim verso la fine degli anni '60 del XVII secolo.

Quarta Era

Thom Ivanov Stardel

Thom Ivanov Stardel Thoringrad, 1665 d.f. - Navarone 1754 d.f. ) figlio di Ivan Stardel, è stato un progettista e guerriero vissuto a cavallo tra la Terza e Quarta Era (definita dai modernisti l'era modernista). Attraversò appena quattordicenne insieme ai mirronyanisti l'Antico Portale nel 1679 d.F., durante la Prima Diaspora. Di lui non ci sono giunte molte notizie ma collaborò certamente nei primi progetti che portarono alla fondazione di Navarone.

Maksimilian Stardel

Autoritratto di Maksimilian Stardel, 2626 d.f

Quoterosso1.png Mai usare due parole quando una è sufficiente. Quoterosso2.png

~ Maksimilian Stardel
Maksimilian Stardel (Birdurmain, 2602 d.f. - Avalon, 2656 d.F.) è stato uno dei più importanti elementi del Modernismo durante gli anni dell'esilio nel Birdurmain a seguito della disfatta di Navarone.

Partecipò al viaggio che portò la NM Thoringrad ad Avalon, in questa città vide la rifondazione del Partito Modernista al quale si iscrisse nel 2621 d.f..

Illustre esponente del Millenarismo Modernista, molte delle sue opere rappresentano momenti importanti del Modernismo durante e post-esilio: tra i suoi dipinti più celebri si ricorda La distruzione della Thoringrad e Segretario in lacrime.

Nel 2638 d.f. venne incaricato dal Segratario del Partito Modernista Vladimir Vladimirovic Adegheiz come Sottosegretario alla Propaganda e all'Armonia Modernista (S.P.A.M.), ruolo in cui si dimostrò particolarmente adatto sfruttando le sue abilità come disegnatore e il suo carattere motivante. La propaganda di Maksimilian Stardel fece leva soprattutto su slogan efficaci e incarnanti il Pensiero Modernista dell'epoca e sulla stereotipizzazione degli avversari. Morì a causa di un ictus cerebrale nel 2656 d.F. durante un comizio.

Dmitri Maksimovic Stardel

Dmitri Maksimovic Stardel(Avalon, 2630 d.f. - Spes 2657 d.F.), fu un importante artista ed è spesso considerato uno dei primi sperimentatori del Gagaismo. Morì nel 2657 d.f. durante l'invasione Buhhuita.

Vasili Gavrilovic Stardel

Vasili Gavrilovic Stardel (Spes, 2751 d.F. - Spes, 2790 d.F.), fu un importante politico Modernista nel periodo di isolamento della Citta di Spes a seguito della guerra contro l'esercito Buhhuita, durante il quale ebbe un ruolo chiave nel mantenere compatto il Partito.

Assunse l'incarico di Segretario del Partito Modernista nel 2773 d.F., ruolo che dovette lasciare nel 2782 d.F. a causa della comparsa di una grave malattia degenerativa che lo portò a morte prematura nel 2790 d.F..

Quinta Era

Alexei Vasilevic Stardel

Il Presidente Alexei Stardel, 2802 d.F

Quoterosso1.png Il Partito è tuo amico. Quoterosso2.png

~ Alexei Vasilevic Stardel
Alexei Vasilevic Stardel,(Spes, 2772 d.F. - Thorskol, 2841 d.F.) fu un famoso politico Modernista, ricoprì la carica di Presidente della Repubblica di Thorvil dal 2802 d.F. fino al 2817 d.F, anno in cui venne fondata l'URMM e il suo ruolo passo a quello di Presidente dell'URMM, carica che mantenne fino alle Elezioni Generali Moderniste del 2831 d.F..

Figlio dell'ex Segretario del Partito Modernista, Vasili Stardel. Dal carattere introverso e timido, decise inizialmente di mantenersi fuori dalla vita politica. La sua decisione cambiò radicalmente con il raggiungimento della maggiore età e la morte del padre, così nel 2790 d.F. il 18enne Alexei decise di iscriversi al Partito.

I primi anni furono difficili ma con l'avanzare dell'età, il giovane riuscì a tirare fuori il lato più intraprendente del suo carattere, partecipando quasi quotidianamente alle riunioni e assemblee del partito a Spes. Questo suo nuovo motore lo portò a candidarsi nel 2802 d.F. alle elezioni come Presidente della neonata Repubblica Modernista di Thorvil, elezioni poi vinte con un combattutissimo confronto con gli altri candidati Leonid Brodsko e Wilhelm Friedrich von Soerensen Synesthesy Borgia.


Di seguito sono riportati i risultati delle elezioni:

Candidato Voti %
Alexei Vasilevic Stardel 44,2
Leonid Simonov Brodsko 30,2
Wilhelm Friedrich von Soerensen Synesthesy Borgia 25,6

Gli anni della sua presidenza furono caratterizzati da numerosi eventi storici, in primis la nascita dell'URMM ma anche da una serie di eventi naturali che colpirono la città di Thorvil, in particolare si ricordano il Grande Freddo del 2810 d.f. e l'epidemia di Tosse di Migia del 2822 d.f., (nella quale perse il figlio Jorij). In quest'ultimo evento, molti esponenti del governo persero la vita e il Presidente Stardel venne incaricato di gestire, oltre alla Presidenza, anche il Sottosegretariato agli Affari Interni. Durante gli anni immediatamente successivi, il Presidente inaugurò anche i progetti della prima Accademia di Medicina Federale dell'URMM.

Dopo le elezioni del 2831 d.F., Alexei si ritirò dalla vita politica e passo gli ultimi suoi anni nel villaggio agricolo di Thorskol, presso Thorvil. Morì nel 2841 d.F..

Nadezhda Vasilovna Stardel

Quoterosso1.png Serve più Propaganda. Quoterosso2.png

~ Nadezhda Stardel
Nadezhda Vasilovna Stardel, (Spes, 2780 d.F. - Thorvil, 2848 d.F.) sorella di Alexei, occupò il ruolo di Sottosegretario alla Propaganda e Armonia Modernista nei governi Adegheiz (I e II) e Lidia (I).

Ideatrice della corrente del Paramodernismo a Nadezhda Stardel si da il merito di aver creato ordine nel Partito Modernista nei primi periodi dopo la fondazione di Thorvil tramite un ampio utilizzo della burocrazia e della modulistica. Lo S.P.A.M. durante il suo periodo di gestione si trasformò dall'essere un semplice apparato propagandistico, fino a diventare un completo organo di gestione delle informazioni e controllo nazionale.

Anatoliy Alexeivic Stardel

Anatoliy Alexeivic Stardel, 2860 d.F.

Quoterosso1.png Compagni, marciamo con la testa alta, il faro del Modernismo guiderà il nostro cammino! Quoterosso2.png

~ Anatoliy Alexeivic Stardel
Anatoliy Alexeivic Stardel (Thorvil, 2803 d.F., Bopville, 2875 d.F.), secondogenito di Alexei Stardel, è stato uno dei più importanti Presidente dell'URMM durante la Quinta Era.

Considerato il primo esponente del Neomillenarismo Modernista, nel 2819 d.F. istituì insieme al fratello Jorji, uno Studio Grafico atto ad incentivare lo sviluppo e la popolarità dell'arte a Thorvil. Lo studio ottenne numerosi successi ma dovette chiudere nel 2822 d.f. a causa della morte di Jorij per l'epidemia di Tosse di Migia che colpì la città modernista in quel periodo. Nel 2830 d.f., a seguito delle prime Elezioni Generali Moderniste il giovane Anatoly divenne Presidente dell'URMM, il secondo in linea di tempo dopo suo padre Alexei. Durante la sua a presidenza, Stardel riprese la politica Ortomodernista del padre associandola ad un Paramodernismo in ambito burocratico e mediatico. Nella sua storia come Presidente si denota un ampliato utilizzo della Propaganda, utilizzata nel tentativo di riportare l'asse politico della nazione sulla capitale Thorvil, rimasta in secondo piano dopo la crisi degli anni venti.

A seguito della morte della Segretaria del Partito Francesca Lidia, nel 2843 d.F Anatoliy instaurò un governo provvisorio mantenendo i Sottosegretari del precedente governo ma ponendosi a guida di essi come Segretario reggente. Questa manovra, per quanto apprezzata dalle frange più oltranziste del Partito, trovò alcune critiche tra gli esponenti più moderati, i quali considerarono questo colpo di mano come un eccessivo accumulo di cariche ed un tentativo di controllo assolutistico del Presidente.

La reggenza Presidenziale di Stardel terminò nel 2846 d.F. quando Dmitri Miroslav Bresajevski venne eletto Segretario del Partito. Negli anni del conflitto con la Repubblica pirata di Dalagon, Anatoliy si fece spesso comandante delle forze moderniste in campo, questo favorì a sollevare notevolmente il morale delle truppe in battaglia e a generare un culto della personalità legato al Presidente.

Durante la sua carriera politica non abbandonò mai la sua passione per la pittura, che lo rese famoso durante la giovinezza, per questo è anche definito "Il Presidente artista".

Dopo l'Armistizio del 2870, la popolarità del Presidente si abbassò, soprattutto tra i nazionalmodernisti che, delusi dagli accordi di pace con Skerak, si scagliarono ferocemente contro Stardel. Durante le elezioni di riconferma del 2871 d.f.,nonostante il supporto favorevole nei suoi confronti, il Presidente Stardel decise di dimettersi dalla carica. Dopo le dimissioni, l'ex Presidente partecipò comunque alla vita politica dell'URMM, supportando la candidatura del figlio Iosif alla carica di Segretario. Morì a Bopville nel 2875 d.F. a causa di un attacco cardiaco.

Nonostante l'ultimo calo di popolarità, la figura del Presidente Anatoliy Stardel è vista con grande rispetto nell'URMM, questo grazie al suo carisma e alla presenza quotidiana nelle faccende del Partito. Nel 2876 d.f. in occasione dell'anniversario della sua morte, il Governo modernista istituì in suo onore l'Ordine di Anatoliy, onorificenza consegnata per meriti di lunga appartenenza e servizio al Partito, a tutti i Tesserati dell'Unione delle Repubbliche Minerarie Moderniste. La sua tomba si trova nel mausoleo del Pavlov.

Irina Stardel

Irina Anatolyevna Stardel, 2841 d.F.

Irina Anatolyevna Stardel (Thorvil, 2822 d.F. - Thorvil, 2897 d.F.), primogenita di Anatoliy. Iscritta nel 2840 d.F. all'Armata Rossa, partecipò nell'anno successivo al Programma Monuments Men, dove venne decorata con la medaglia al valore militare per le elevate capacità dimostrate di infiltrazione e raccolta di informazioni.

Ha occupato per molto tempo il ruolo di agente presso il Direttorio "S" dell'Ufficio Informativo Centrale di Thorvil.


Iosif Stardel

Iosif Anatoliyevic Stardel, 2895 d.F.

Iosif Anatoliyevic Stardel (Thorvil, 2836 d.F. - 2904 d.F.), figlio di Anatoliy.

Di animo schivo e poco socievole, raramente si mostrava in pubblico e questo rese difficoltosa la scalata alla vita politica Eletto Segretario del Partito Modernista nel 2881 d.F., in un periodo di dopoguerra contraddistinto dalla difficile cooperazione tra le due città dell'URMM: Thorvil e Bopville, si fece autore di una politica molto austera e pragmatica, con il tentativo di utilizzare i tradizionali principi del Modernismo come strumento pro-unitario. Con il passare degli anni al governo, Iosif Stardel divenne sempre più fedele alla dottrina para-modernista, portando ad una escalation nell'utilizzo della burocrazia e dei formalismi nella nazione. Questo suo atteggiamento politico è individuabile nel suo carattere estremamente paranoico e sospettoso, che minò profondamente le sue relazioni con la moglie Ekaterina Bukowskij, portandolo al divorzio e ad un esaurimento nervoso che lo spinse alle dimissioni nel 2897 d.F..

Sesta Era

German Stardel

Mauro German Claudevic Stardel (Thorvil, 2879 d.f - Thortuga, 2940 d.f.), figlio di Claude Simonov e Irina Stardel.

Fu il primo membro della famiglia Stardel a mettere piede su Karaldur e collaborò attivamente alla fondazione di Thortuga. È ricordato per aver partecipato alla Battaglia della Valle di Spes.

Ernesto Stardel

Quoterosso1.png Non avere paura, tu ora uccidi solo un uomo! Quoterosso2.png

~ Ernesto Stardel
Ernesto Stardel Gaviria, 2950 d.F.

Ernesto Stardel Gaviria (Thortuga, 2908 d.f - Thortuga, 2952 d.f.), figlio di German.

Politico e rivoluzionario modernista. Occupò il ruolo di Segretario del Partito Modernista dal 2936 d.F.fino al 2952 d.F, anno della sua morte per mano del Re Fernando I dopo il fallito tentativo di golpe guidato da lui stesso.

La sua figura eroica e rivoluzionaria ispirò molti cittadini a ribellarsi contro la tirannia del governo monarchico, fino a raggiungere il culimine nella Rivoluzione modernista di Thortuga del 2962 d.F. che portò alla creazione della Repubblica Modernista di Sant'Elio.

Pablo Ramiro Stardel

Pablo Ramiro Stardel Gaviria, 2976 d.F.

Pablo Ramiro Stardel Gaviria (Thortuga, 2908 d.f. - Thortuga 2981 d.F.), fratello gemello di Ernesto. Partecipò al fallito golpe del 2952 e alla successiva rivoluzione modernista del 2962 d.F. e divenne Presidente del Partito nel 2966 d.F. .

Come Presidente si impegnò per una politica fedele ai principi dell'Ortomodernismo Leonidiano e consolidatrice per Thortuga, impegnandosi nel mediare tra loro le anime tradizionaliste e quelle più progressiste della nazione. Venne riconfermato nel 2977.

Morì il 10 Staildur 2981 all'età di 73 anni.

Sebastian Stardel

Sebastian Stardel Parera (Thortuga 2948 d.F., Carcosa 3018 d.F.), figlio di Ernesto.

Sebastian Stardel (a destra) con lo zio Pablo Ramiro nel 2979.

Vive una gioventù travagliata a causa della perdita dei genitori e del regime dittatoriale del Re Ferdinando. Viene affidato allo zio Pablo Ramiro, assieme al quale parteciperà all'esilio e alla rivoluzione modernista. Fu Presidente del Partito Modernista dal 3002 fino al 3012.

All'età di 50 anni si ammalò di una misteriosa malattia, descritta dagli scienziati come una variante non contagiosa e limitata del morbo di Gor-Lorach. Nel periodo della sua presidenza cercò sempre di nascondere questa malattia, ma giunto ad una fase ormai terminale non potè fare altro che rendere note le sue condizioni e dimettersi dal posto di guida della nazione modernista.

Morì a Carcosa nel 3018.

Emilia Stardel

Emilia Flores Stardel, 3066 d.F.

Emilia Flores Stardel (Thortuga 3040), nipote di Sebastian.

Famiglie derivate

Gli storici modernisti, nel corso delle Ere, hanno individuato numerose persone ed anche intere famiglie con un legame di parentela più o meno stretto con la famiglia Stardel. La maggior parte di esse hanno ormai perso o dimenticato i loro collegamenti con la famiglia capostipite e sono ormai considerate slegate, ma vengono comunque inserite sotto il grande albero genealogico degli Stardel.

Stardoff

Gli Stardoff sono un ramo della famiglia Stardel nato nella Navarone pre-terremoto. I più importanti membri della famiglia Stardoff sono qui sotto elencati:

Yan Stardoff

Yan Stardoff (Navarone, 2274 d.f. - 2358 d.f) è stato uno scienziato e ingegnere navaroniano. Nato a Navarone dimostrò già nei primi anni di età una spiccata intelligenza che lo portò, a soli 12 anni , a riparare macchinari e a sviluppare una armatura (in onore dell'antenato Ivan Stardel) per migliorare le sue capacità fisiche ed intellettuali, oltre che garantirgli protezione. Yan non si interessò molto alla vita politica, anteponendo ad essa gli studi di Ingegneria e Medicina, studi che lo portarono nel 2297 d.f. a conseguire la laurea in Biosistemi presso l'università di Navarone. Nel 2303 d.F. iniziò a soffrire di gravi disturbi della personalità, fatto che lo portò ad abbandonare la carriera medica da li a pochi anni.

Abbandonato dalla sua famiglia, morì in solitudine ad 84 anni nella sua casa a Navarone. Visti gli episodi di schizofrenia che circondarono il personaggio nei suoi ultimi anni di vita, alcune voci riferirono che la morte di Yan Stardoff avvenne per suicido ma le analisi sul corpo non rilevarono alcun dato a confermare tale ipotesi.

Albert Stardoff

Albert Stardoff, 2899 d.F.

Albert Stardoff (Bopville 2873 d.f. - Thorvil 2903 d.F.) nasce a Bopville in pieno dopoguerra. Giovanissimo, per aiutare la famiglia in difficoltà economiche trova lavoro come strillone per il giornale locale "l'Eco di Bopville". Questo suo lavoretto lo porta ad appassionarsi da subito alla cronaca e alla politica e, aiutato dal suo spirito intraprendente, a diventare un giornalista. Ottenuta la licenza di giornalista, nel 2889 crea la sua prima testata indipendente "La Voce del Piano" senza però ottenere un grande successo. Decide così di cercare lavoro come dipendente, ottenendo un posto come inviato estero per l'Eco di Bopville.

Il suo lavoro di inviato estero, gli permise di visitare il piano in lungo ed in largo, permettendogli di vedere quello che il modernismo era diventato per i popoli di Eseldur: per alcuni una minaccia da estirpare, per altri un fedele alleato e speranza per l'umanità. Queste diverse opinioni lo avvicinarono molto all'ideologia modernista, da lui vista come una filosofia capace di plasmare il mondo e per questo il giovane Stardoff decise di tentare, a soli 22 anni, il suo ingresso in politica. Chiesto il trasferimento permanente a Thorvil, capitale dell'URMM e centro politico della nazione, il giovane Albert iniziò a frequentare con regolarità le sedute di assemblea, notando come l'ideologia para-modernista avesse preso piede nei luoghi del Pavlov. Questa linea di pensiero, dal suo punto di vista, era la rovina del Modernismo originale. La burocrazia e l'impersonalità del Para-modernismo riducevano il Modernismo ad una filosofia sempre più lontana dalle necessità dei cittadini comuni. Individuando nel Segretario Iosif Stardel il suo principale avversario politico, negli anni successivi fece di tutto per screditarlo, sfruttando la sua capacità giornalistica e mediatica fece circolare la voce di un possibile tradimento del Segretario nei confronti della moglie, scatenando lo scandalo che lo portarono poi alle dimissioni.

Il governo di Stardoff purtroppo non ebbe vita lunga. Pochi anni dopo la sua proclamazione a Segretario, infatti, il cataclisma costrinse le popolazioni di Eseldur ad una massiccia evacuazione attraverso l'Antico Portale. L'ultima apparizione pubblica di Stardoff è databile al 2903 d.F. dove tenne un ultimo discorso all'Assemblea di Thorvil annunciando l'evacuazione.

Stardido

Magdalena "Tina" Stardido Gadeo, 2983 d.F

Magdalena Stardido

Magdalena "Tina" Stardido Gadeo (Thortuga, 2962 d.F.). Artista gagaista, scrittrice e filantropa. Creatrice del Cigar Club La Llorona Roja. Moglie di Diego Milito Peña.

Ibar Stardido

Ibarnadad Stardido, detto Ibar (Campo Nemukhan, 3020 d.F.). Figlio adottivo di Magdalena Stardido.

Peña

Diego Milito Peña, 2979

Ignacio Obregon Peña

Ignacio Obregon Peña (Carcosa, 2920 d.F. - Carcosa 3011 d.F.). Vecchio pescatore rompiscatole.

Diego Milito Peña

Diego Milito Peña (Thortuga, 2951 d.F. - Thortuga, 3020 d.F), nipote di Ignacio Obregon. Sottosegretario alla Propaganda e Armonia Modernista fino al 2981, poi promosso a Sottosegretario agli Interni e Propaganda, nuovo ministero formato dall'unione di SAI e SPAM. Marito di Magdalena Stardido.

Markovnikov

Paulus Markovnikov

Ingegnere, scultore e architetto. Ideatore e progettista della Statua di Thor Bannatore a Thorvil.

Simonov

  • Ekaterina Simonov

Commissario agli Affari Interni bopiano nel Governo Pulcianov I.

  • Leonid Simonov

Curatore del Museo di storia modernista di Thorvil e ideatore del Programma Monuments Men.

  • Claude Simonov

Giornalista del quotidiano Stella Rossa e portavoce del Segretario Iosif Stardel.

  • Julien Simonov

Direttore Ufficio Stampa del quotidiano Stella Rossa.

Albero Genealogico

 
 
 
Ivan Stardel (1640 d.f. - 1678 d.f.)
 
 
 
Edwinna Ravenal (?-1698 d.f.)
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Thom Stardel (1665 d.f.-1754 d.f.)
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Yan Stardoff (2274 d.f. - 2358 d.f.)
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Alyna Stardoff (2304 d.f.-2380 d.f.)
 
Ivan Stardoff(2320 d.f.-2402 d.f.)
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Roland Stardoff
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Maksimilian Stardel (2602 d.f. - )
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Alexandr Hank Ivanov
 
 
 
Anastasija Stardel (2639 d.f. - 2721 d.F.)
 
Dmitri Stardel (2630 d.f. - 2657 d.F.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Gavrilo Stardel (2685 d.F - 2712 d.F
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Vasili Stardel
 
 
 
?
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Alexei Stardel (2772 d.F. - 2841 d.F.)
 
 
Nadezhda Stardel(2780 d.F. - 2848 d.F.)
 
 
Leonid Brodsko
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Jurij Stardel
 
Anatoliy Stardel
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Claude Simonov
 
Irina Stardel
 
 
Iosif Stardel
 
 
Ekaterina Kuliscioff
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Albert Stardoff
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ernesto Stardel
 
Pablo Ramirez Stardel
 
 
 
Magdalena Stardido
 
 
 
Diego Peña
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Sebastian Stardel
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Rodrigo Peña

Voci correlate