Lividain

From Minecraft Wiki - ForgottenWorld
(Redirected from Famiglia Lividain)
Jump to: navigation, search
Lividain
IItx4ef.png


Motto "Jos Dimanmir" - "La conoscenza è potere"

Capostipite Livid Lividàin

Culto Culto dei Superni

Luoghi Thorvil, Forgon BoPville, Irìdian, Istituto di Tecnologia di Karaldur, Denrak

Eventi Fondazione di Irìdian; reazione sistema misurazione Elliro; creazione sistema misurazione Internazionale; formulazione di diverse teorie tra cui quelle riguardanti l'impraenting, l'esistenza dei batteri e l'erediarietà dei caratteri; scoperta del processo di formazione degli Slime; Fondazione dell' RSS

I Livìdain sono una famiglia di umili origini, provenienti da un clan eremitico della quinta era furono poi fondatori e governanti di Iridìan, Città facente parte dell' Unione delle Signorie Elliriane. Dopo l'esodo della popolazione eselduriana sul piano di Karaldur i Lividain continuarono a gestire l'elitè scientifica ellira diventando i fondatori dell' "Ordine Elliro" prima e della "Lividain Tecnologie" poco dopo; nel 2963 Hershèl Lividain decide di collaborare al progetto di Erik Potterberry, contribuendo quindi alla fondazione dell' "Istituto di Tecnologia di Karaldur". Attualmente la famiglia, nonostante la povertà degli albori è ora una delle più ricche e famose di tutto il piano di Karaldur. I Lividàin sono da sempre, fin da Livid Lividàin, promotori della cultura e del libero scambio di idee.

Membri della famiglia

Livid Lividàin (2804 d.F. - 2866 d.F.)

Nato nell'anno 2804 D.f. da una umile famiglia di Eremiti abitanti il contado di Jarel poco dopo il suo abbandono. Nell'anno 2816 i rimasugli della popolazione Buhhuita del piano continuano imperterriti nelle loro schermaglie e proprio uno di questi gruppi assale l'accampamento dove la sua famiglia viveva. Livid è l'unico sopravvissuto e, all'età di dodici anni, rimane solo nel gelido sud. Dopo due anni di girovagaggio per il sud del piano giunge in un città dalle alte e candide mura che scopre poi essere Thorvil, città in cui poi si stabilisce. Dopo alcuni anni a Thorvil, città dove si fa alcuni amici senza però entrare mai a far parte del partito e decide dunque di trasferirsi a Bopville. Dopo essersi trasferito nella neo-nata città di BoPville per ricercare un clima più favorevole all' agricoltura fonda una piccola attività commerciale che chiama "Magazzini Lividain" i quali tuttavia non riescono ad avere molto successo. Nell'anno 2821,stufo, scappa dal BoPville per andare a vivere nei boschi per sfuggire dalla noia cittadina e vivere come eremita a contatto con la natura, cercando di tornare alle sue origini in un clima più confortevole. Qualche anno dopo si unisce a un gruppo nomade di eremiti e si sposa con la figlia del capo del villaggio, Ellèn Scàil, dalla quale concepisce un figlio nel 2850 D.F.. Il matrimonio, alla morte del padre di Ellèn, in congiunzione con le sue abilità e doti lo portano dunque a diventare il capo Nel 2866 Livid si ammala gravemente di una malattia ignota e incurabile e morirà poco dopo lasciando a capo del clan suo figlio Pol.

Pol Lividàin ( 2840 d.F. - 2904 d.F.)

Nato nel 2840 D.F. vive da eremita per tutta la sua infanzia e adolescenza. Curioso di natura fin dalla nascita Pol inizia precocemente ad esplorare i boschi dove il suo clan eremitico si stanziava cercando di scoprirne tutti i segreti. Diventato in breve un esperto di sopravvivenza cerca quindi di spingersi, da solo, il più vicino possibile alle grandi città di cui suo padre gli aveva parlato in infanzia. Dopo la morte del padre diventa il capo del Clan e durante l'esodo del clan verso l'isola di Makkut, verso la quale si dirigeva per sapere cosa vi si celasse, approda sulle coste del Firosin e lì, affascinato dalla bellezza del posto e dalla presenza di un antico Monastero ormai in rovina, decide di stanziare a tempo indeterminato il clan in quella zona.Poco dopo lo stanziamento comincia ad esplorare approfonditamente il monastero.

Nel 2867 il clan è ancora stanziato sull'isola e dopo aver costruito dei campi in grado di coltivare un quantità di patate sufficienti al sostentamento dell’ ormai villaggio incomincia ad avere rapporti non ufficiali con i Diarchi di ejitel per il commercio. In quel periodo a causa della caduta di Lephion e del conseguente esodo dei suoi abitanti verso il firosin Pol in concordanza con i rappresentati della cittadinanza lephionita decide di fondare ufficialmente uno stato, l'Unione delle Signorie Elliriane.

Nel 2868 Pol inizia a riflettere sul fabbisogno di cibo della nazione che in quel periodo di espansione era alto ma che tuttavia veniva poco soddisfato dalla produzione del tempo; questi pensieri lo portano, alcuni mesi dopo, alla decisione di costruire una grossa serra tecnologicamente all'avanguardia per la produzione di patate. Il progetto, in collaborazione con i ricercatori dell'università di Usktr, inizia nel 2869. Una volta che la serra fu terminata la domanda di cibo nazionale venne completamente soddisfatta e durante un intervista al giornale "La voce di Irìdian" Pol dichiara: "Ci sono voluti anni ma finalmente abbiamo montagne di patata!". Anni dopo la costruzione della serra il Governatore continua le ricerche storiche sul territorio in particolare al misterioso monastero che si trovava sull'altopiano, poi scopertosi monastero di Kalimac, e le continue ricerchè lo portano alla scoperta di una camera nascosta contenente un grosso tesoro nascosto appartenente probabilmente ai costruttori del monastero.

Nel 2871, a causa di alcuni fortuiti eventi,si fidanza con Yuma Ghislock, sua segretaria, e 5 anni di fidanzamento dopo con una piccola cerimonia a cui, tuttavia, partecipano cittadini di diverse nazioni e città, si sposano e Nel 2884 Yuma dà alla luce due gemelli: Jès e Ràm Lividain; la ragazza muore durante il parto a causa della difficoltà dello stesso e delle scarse misure sanitarie facendo cadere Pol nello sconforto più totale, dal quale riuscirá ad uscire solo mesi dopo quando dichiarerà che alcuni ricercatori guidati dall'amico e vice-governatore Kuruzu Soma erano all'opera per creare una riforma sanitaria nazionale per evitare che inconvenienti del genere si ripetessero in futuro.

Nel 2886 Pol, saputo della sua esistenza, compie un viaggio verso la Neo-nata Helmgard per inaugurare i rapporti diplomatici con L'ordine Templare tuttavia l'improvvisa morte del primo gran maestro dell'ordine e il conseguente omicidio del suo successore lo portano ad optare, per evitare ulteriori inconvenienti, per una rocambolesca fuga per ritornare a Irìdian. Tornato nella sua cittá continua le ricerche sull' energia del vapore, iniziate molti anni prima in collaborazione con i modernisti, e tra il 2888 e il 2889 un boiler esplode mentre vi stava lavorando. Il governatore, dopo essere stato portato nell'ambulatorio allestito nel suo stesso palazzo, passa attrvaerso un lungo travaglio nell quale, una volta uscitovi molti giorni dopo, perde l'occhio sinistro. Pol continuò a governare lo stato fino alla sua morte, nel 2904 a causa di una malattia mentale degenerativa.

RAMO DI JES

Jès Lividàin (2884 d.F. - 2956 d.F.)

Jès Lividàin nasce in un parto gemellare ad Irìdian nel 2884 dall'amore tra Yuma Ghislock e Pol Lividàin; è la sorella gemella di Ram Lividain. Fin dalla nascita Jès dimostra di essere una ragazza brillante con un intelligenza superiore al comune e dunque al compimento degli otto anni di età il padre, sia per premiarla che per stimolarla, le assume un insegnante in grado di educarla a suonare il violino. Jès cresce dunque in un clima dove la conoscenza è considerato l'obiettivo della vita e l'unico mezzo in grado di portare alla verità e a causa di ciò riceve numerosi premi come "Miglior studentessa" nell'accademia irida. Al compimento dei sedici anni di età il padre, conoscendoil suo potenziale, inizia ad educarla alla politica facendola partecipare alle riunioni degli organi governativi dell'Unione delle signorie e anche a quelle del ministero irido così che, un giorno, sarebbe potuta diventare Governatrice di Irìdian prendendo il posto del genitore.

Jès è una ragazza bassa, alta poco più di 1,65 M, con capelli biondi che spesso tiene raccolti in una coda o in una treccia; ha grandi occhi verdi che a causa di un lieve difetto visivo è costretta a coprire con occhiali per poter leggere o anche solo non vedere sfocato l'ambiente circostante. Nonostante le sue doti Jès si sente insicura di sè ed è per questo timida con chiunque sia importante mentre con chi prende confidenza riesce ad essere molto estroversa.

Nel 2911 ha un figlio, che chiamerà Hershèl, con un uomo di Helmgard. Suo marito però muore durante la battaglia di spes, assalito da un’ orda di Bakreantu; Jes affranta decise di dare il suo cognome al figlio, non parlando mai al figlio del padre.

Una volta giunta sul piano di Karaldùr Jès rimane a stretto contatto con quelli che erano i cittadini e i ricercatori Elliri. La poca collaborazione dell’unità scientifica spesiana o di quelle degli altri paesi la portano quindi a riunire ancora una volta tutti i ricercatori sotto il suo controllo, fondando la “Lividain Tecnologie” una delle associazioni più prolifiche in ambito scientifico in quel periodo.

Nella vecchiaia si ritira, lasciando a capo dell’azienda suo figlio Hershèl.

Hershèl Lividain (2911 d.F. - 2988 d.F.)

Nato nel 2911 da Jès Lividain da bambino dimostra buone capacità gestionali e crescendo si rivela un buon leader nella sua cerchia di amici. Proseguendo con la crescita e con gli studi Hershèl si prepara a diventare il dirigente della Lividain Tecnologie, cosa in cui riesce nel 2940, a causa del pensionamento della madre.

Nel 2945 ha un figlio con una ragazza Spesiana, che chiamerà Glèn.

Il rapporto con la moglie si incrina quando due anni dopo rimane incinta ma abortisce diventando sterile.

La donna cade in una profonda depressione, gettandosi nell’oceano qualche mese più tardi.

Nel 2963 d.F., insieme a Erìk Potterberry e i suoi esploratori fonda un centro di ricerca sull’isola di Ardele, nel freddo continente settentrionale, centro che da lì a poco diventerà l’Istituto di Tecnologia di Karaldur.

Hershèl diventa il primo direttore del reparto di Sistemi Avanzati ma nel 2983 si ammala di una malattia cerebrale degenerativa che lo porta, dopo la perdita dell’incarico di direttore di sistemi avanzati, alla morte nel 2988

Glèn Lividàin (2945 d.F. - 2919 d.F.)

Nato nel 2945, non dimostra mai particolari doti, nonostante ottenga ottimi voti a scuola. Diventato maggiorenne frequenta l’università e una volta terminata entra a far parte del reparto di biotecnologie, senza mai ottenere risultati o scoprire nulla.

Alla morte del padre, frustrato, decide di dimettersi. E inizia a lavorare come bibliotecario

Nel 2973 ha un figlio con Anìs Ler, intellettuale conosciuta sul posto di lavoro. Da questa relazione nasce anche una figlia nel 2978.

Nel 2993 inizia un progetto di mappatura di tutto il piano che, nonostante non sia mai riuscito a completare a causa della sua morte, viene completato successivamente l'arrivo nella città di Denrak da alcune squadre di esplorazione mandate dal figlio Daemon

Daemon Lividàin (2973 d.F. - In vita)

Nato nel 2973 da Glèn Lividain si dimostra fin da piccolo precoce sotto tutti gli aspetti. Una volta cresciuto si applica molto a scuola ottenendo ottimi risultati e finendo poi l’università in pochi anni. Finita questa riesce subito a entrare a far parte del reparto di biotecnologie dove lavora per un breve periodo con un suo parente: Ernànd Lividàin.

Il lavoro con Ernand lo spinge a voler approfondire gli argomenti che stava trattando con esso prima che lui morisse.

Questo lo porta diverse ricerche e pubblicazioni come gli studi sull’Impraenting, gli studi sui batteri e la creazione di nuove metodologie per la sterilizzazione degli strumenti e degli alimenti.

Durante il periodo del Morbo di Gor-Lorach viene assegnato come supervisore della ricerca della cura e grazie ai suoi esperimenti un uomo, chiamato soggetto 18, riesce a sopravvivere alla malattia, segnando quindi la fine dell’epidemia.

Una volta risolta la crisi epidemiologica Daemon viene nominato direttore del reparto di Biotecnologie.

Nei successivi anni continua le sue ricerche e a causa di un incidente scopre il processo con cui si formano gli slime, riuscendo poi a replicarlo in laboratorio.

Nel 3004 viene eletto Rettore dell’Istituto di Tecnologia di Karaldur ma successivamente ad alcuni giochi di potere del direttore di scienze umane P.N. Sorin e alcuni tumulti nati dal crescente peso della corrente Uhleista radicale all'interno di quello che doveva essere un luogo di scienza e studi lo portano, insieme al reparto di Biotecnologie, a fuggire per trovare rifugio nella città di Denrak dove, successivamente, grazie all'aiuto del governo denrako costruisce la "Riserva Scientifica Strategica" (Abbreviata RSS), un centro di studi scientifici molto più avanzato dell'Istituto di tecnologia stesso.

Ha un figlio naturale e un figlio adottivo: Roman Lividain ed Edip Lividain (Prima dell'adozione Edip Tankson)

Visenya Lividàin (2978 d.F. - In vita)

Roman Lividàin (3010 d.F. - In vita)

RAMO DI RAM

Ram Lividàin (2884 d.F. - 2950 d.F.)

Ram Lividàin nasce in un parto gemellare ad Irìdian nel 2884 dall'amore tra Yuma Ghislock e Pol Lividàin; è il fratello gemello di Jès Lividàin e con essa ha costruito fin dall'infanzia un legame molto saldo e stretto che si è protratto nel bene o nel male per tutta la durata della sua vita. Fin da piccolo Ram ha un carattere burrascoso e complicato da gestire per il padre che, nonostante tutto, riesce a sedare il suo comportamento al meglio delle sue possibilità fino all'adolescenza. In infanzia, a causa del padre, si appassiona alla lettura di tomi di strategia bellica di Eseldur e Letorian, replicando poi le battaglie con i suoi amici. In adolescenza il carattere ribelle del ragazzo torna a manifestarsi annullando tutti gli sforzi del genitore. All'età di sedici anni passa alcuni giorni di reclusione, per altro su ordine di suo padre, per aver cercato di vandalizzare il sito archeologico IR-01. Dopo essere tornato alla sua dimora per esprimere le sue opinioni sulla vita e sul suo genitore facendo sentire il padre deluso dei risultati ottenuti col figlio. Il ragazzo scappa di casa e tenta di scappare dalla città per recarsi a Spes ma, le norme difensive, lo bloccano sull'altopiano lasciandogli come unica scelta il cercare rifugio tra le case dei suoi amici.

Ram è un ragazzo di media statura, alto circa 1,75 M; il ragazzo ha i capelli castani come il padre e tende a tenerli corti. Ha, come tutti i membri della sua famiglia, occhi di un verde profondo. E' un ragazzo dal carattere ribelle e burrascoso e amante della guerra e della nautica

Ha due figli, uno nel 2908 e uno nel 2909. Muore in una rissa in un bar del porto di Spes nel 2950.

Jeco Lividain (2908 d.F. - 2962 d.F.)

Nato nei bassifondi di spes decide che lì non ci sarebbe morto e alla maggiore età inizia a lavorare presso un fabbro. Lì migliora le sue abilità e presto intraprende una carriera che gli frutta parecchi zenar. Ha un figlio, Ernànd nel 2921 con una ragazza che però muore di parto.

Jeco decide di educare il figlio, sperando che un giorno potesse riuscire a lavorare nel team della Lividain costruzioni, con la quale non avevano rapporti per le cattive decisioni fatte da suo padre molti anni prima.

Muore nel 2962 a causa dell' incidente nella forgia in cui lavorava

Alèsa Lividain (2909 d.F. - 2937 d.F.)

Nata anche lei nei bassifondi non segue però le orme del fratello. Trova lavoro come cameriera in uno squallido bar del porto di spes. La mancanza di soldi e le attitutini pericolose del padre la portano alla prostituzione e in breve rimase incinta. Fatta quest’ultima scoperta decide di ritirarsi. La ragazza diede alla luce una figlia nel 2928 e cercò di crescerla al meglio delle sue possibilità. Alèsa muore nel 2937 per una malattia che negli ultimi anni l’aveva martoriata.

A soli 9 anni la figlia viene affidata al fratello Jeco.

Ernànd Lividain (2921 d.F. - 2992 d.F.)

Ernànd inizia i suoi studi nel campo della botanica e della biologia. Raggiunta la maggiore età decide di andare a parlare con sua zia Jès per chiederle di poter far parte dell’unità di ricerca della Lividàin tecnologie ma al posto di Jès trova Hershèl Lividàin che, nonostante alcune remore iniziali, decise che le colpe dei padri non sarebbero dovute ricadere sui loro figli, facendo così entrare Ernand nell’ex unità di ricerca ellira.

Fa parte dei primi scienziati dell’Istituto di Tecnologia di Karaldur.

Nel 2980 pubblica “Le leggi sull’ereditarietà di Lividàin”, dopo quasi un decennio di ricerche.

Muore, presumibilmente di infarto, nel 2992 lasciando incomplete diverse ricerche

Francès Lividàin (2928 d.F. - 3007 d.F.)

Figlia di Alèsa Lividain viene allevata da Jeco Lividain. Come una sorella per Ernand lo segue all’osservatorio, dove poi rimane rinchiusa diventando parte dell’istituto.

Nel 2965 Francès ha un parto gemellare dal matrimonio con Rubius Raisis.

Dal quale nascono Adèl Raisis e Carl Raisis. Lavora come impiegata alla banca Dawes fino al 3007, anno in cui ormai vecchia, muore.

Adèl Raisis (2965 d.F. - 2999 d.F.)

Carl Raisis (2965 d.F. - In vita)

Fedric Raisis ( 3008 d.F. - In vita)