Sinèper

From Minecraft Wiki - ForgottenWorld
(Redirected from Dinastia Sinèper)
Jump to: navigation, search
30px-Road Works.svg.png Lavori in corso
La pagina potrebbe mancare di informazioni oppure non essere completa.
Stemma Sinèper Stemma Sinèper.jpg
Dati Familiari
Capostipite  Si ritiene Lugaìd Faust di Mirrodin
Attualmente in vita  Gwyneth Cagallach aep Sinèper, Lugaìd Cagallach aep Sinèper
Motto  Se non puoi combatterlo, compralo.
Culto Famigliare  Culto dei Superni, Culto di Uhle

I Sinèper sono una dinastia che ha iniziato ad acquisire importanza nelle vicende storiche a partire dalla Quarta Era Post-terremoto. I membri vissuti nello Zampadur hanno operato nella capitale del Principato di Etesberg, mentre nella Quinta Era la dinastia ha gettato le sue radici a Lumvalos, città sacra di Uhle.

Quarta era post-terremoto

Le dinamiche della dinastia Sinèper nella Quarta era post-terremoto sono da ricondursi esclusivamente alla città di Etesberg. Eadan Bruìd Lughdan aep Sinèper, il paterfamilias più acclamato della dinastia, fondò infatti la città assieme a Johan van Vest, ricoprendo la carica di Riscossore e di governatore della città. Sua figlia Alissa ricoprì le medesime cariche, anche se per un periodo più breve in seguito al suo tragico suicidio. Il periodo di rilevanza politica dei Sinèper ad Etesberg si può quindi ricondurre ad appena mezzo secolo; malgrado la sua brevità, fu molto intenso. Peculiarità dei Sinèper nella Quarta era post-terremoto fu la continua ricerca del profitto, e un pensiero di stampo pacifista e plutocratico.

Eadan Bruìd Lughdan aep Sinèper (2520 d.F. - 2600 d.F.)

Quoterosso1.png "Se non puoi combatterlo, compralo". E' questo il segreto per l'unità e la pace. Questo era il motto di Mirrodin. E questo sarà il nostro motto. Quoterosso2.png

~ Eadan Bruìd Lughdan aep Sinèper

Nato nel 2520 d.F, Eadan Bruìd Lughdan aep Sinèper condusse una prima parte della sua vita agiata a Moleu, polo agricolo e marittimo del Regno di Helyon, grazie alle disponibilità economiche ingenti della sua famiglia. Non era nobile; la nobiltà di Helyon era un club troppo ristretto perché potesse accedervi. Assieme al club di amici che frequentava, tutti imprenditori benestanti dell'alta borghesia helyana, finanziava la costruzione e la realizzazione di opere pubbliche a Moleu. Malgrado il suo tenore di vita tranquillo e lussuoso, non mancava di nascondere il suo disappunto verso le continue imposte richieste dal Regno di Helyon per finanziarne le continue guerre. La belligeranza della sua nazione stessa era motivo di turbamento, poiché Eadan era arrivato a sviluppare un credo armonico e privo di fondamentalismi. Iniziò in quegli anni a sviluppare un orientamento politico ostile alla monarchia, ambendo a un'aristocrazia plutocratica commerciale ed imprenditorile come modello ideale.

Le sue ambizioni iniziarono ad avverarsi dopo che Eadan e i suoi amici iniziaronoa frequentare la casa di Joahn van Vest, un nobile ricco, misterioso e mistico. Il risultato di tale conoscenza si palesò nella fondazione del Principato di Etesberg nel 2549, una città-stato di stampo plutocratico e commerciale in linea col suo pensiero. Eadan entrò a far parte del governo del Principato, in qualità di Esattore nei rapporti esteri. Successivamente, grazie alle sue grandi doti amministrative venne nominato anche sindaco della capitale.

Durante la sua carriera politica nel Principato, che durò trent'anni, fu il principale artefice della progettazione e della costruzione della città. Si impegnò anche sul fronte diplomatico per introdurre Etesberg sui tavoli della diplomazia mondiale, firmando trattati di amicizia e libero commercio con tutte le nazioni dello Zampadur, in linea con l'orientamento pacifico e neutrale della città-stato. Nel 2556 ebbe una figlia, Alissa, dalla moglie Anneke, che morì poco dopo il parto. Eadan crebbe amorevolmente la figlia, insegnandole l'arte della politica e designandola come suo successore nei giri politici della città. Alissa imparò bene la lezione impartita dal padre, al punto che nel 2579, in seguito dello scaturire di una grave malattia (si ritiene causata dalla figlia stessa tramite una pozione) che relegò Eadan nel letto della sua abitazione, questa prese il suo posto nel Concilio Ristretto.

Alissa Cawdr aep Sinèper (2556 d.F. - 2596 d.F.)

Ritratto di Alissa Cawdr aep Sinèper (2576 d.F.); Olio su tela, Municipio di Etesberg

Quoterosso1.png La domanda è una sola. Lasci che la storia ti guidi o ti adoperi per cambiarla? Quoterosso2.png

~ Alissa Cawdr aep Sinèper

Alissa Cawdr aep Sinèper fu la figlia di Eadan Bruid Lughdan aep Sinèper, Esattore del Principato di Etesberg. In seguito alla malattia del padre, avvenuta nel 2576 d.F, venne investita dal Principe Joahn Van Vest della carica di Esattore e di Sindaco della città. Alcune fonti sembrano confermare che la malattia del padre sia stata causata dalla figlia stessa, ma non ci sono prove a conferma di questa teoria. Come suo primo atto politico, firmò il Trattato del Radioso Futuro con l'Oligarchia di Avalon, avvicinando ancora di più le due nazioni confinanti. In seguito a una grave crisi psicologica a cui seguì la depressione, si suicidò nel 2579 d.F. Venne trovata nuda e morta, con un sorriso sul volto, una penna e mille pagine di testo cancellato.

Molto apariscente nell'aspetto, i capelli naturalmente biondi venivano da lei tinti color azzurro, e portava anche un piercing metallico nelle labbra. Dal portamento sicuro e altezzoso, era solita vestire abiti maschili.

Quinta era

Nella Quinta era i Sinèper approdarono a Lumvalos, città sacra del dio Uhle, grazie ad Avernal Leotred, che riuscì a radunare un nutrito gruppo di seguaci per la sua città. Importante fu la conversione all'uhleismo di Thorsten Brudàn aep Sinèper, padre dei due fratelli Cagallach aep Sinèper. Benché egli morì quando i figli erano ancora giovani, la dottrina uhleista era già ben radicata in loro, tanto che Gwyneth Cagallach aep Sinèper, dopo essersi unita a Leotred, sposò addirittura Bendùr Sanàk, Arcicustode di Lumvalos. Dal 2804 d.F. i Sinèper risiedono quindi stabilmente a Lumvalos.

Gwyneth Cagallach aep Sinèper (2785 d.F. - in vita)

Ritratto rappresentante Gwyneth Cagallach aep Sinèper; Litografia, Collezione privata della famiglia Sinèper

Quoterosso1.png La nostra nobile dinastia è rinata e ha raggiunto nuovamente il successo grazie alla fede in Uhle. Non c'è avversità o malattia che possa distruggerci se la fede è salda. Quoterosso2.png

~ Gwyneth Cagallach aep Sinèper

Nata nel 2785 d.F. a Spes, Gwyneth Cagallach aep Sinèper è una Sacerdotessa Ordinata di Lumvalos. Abbracciò fin da subito il culto di Uhle, seguendo i dettami di Avernal Leotred, Gran Sacerdote del culto. Dopo una breve permanenza a Kushima, nel 1803 d.F. seguì i cultisti di Uhle nella fondazione della città sacra. Due anni dopo, nel 1805, sposò Bendùr Sanàk, Arcicustode del Sinodo di Lumvalos.

Ordinata sacerdotessa dal Sinodo con la mansione di Maestra dei Templi, lavora a stretto contatto con l'Alto Chierico in materia edilizia, e naturalmente con l'Arcicustode Bendùr in quanto marito. Ha un fratello minore, Lugaìd, poeta e musicista, a cui è molto legata. Alla morte del padre infatti, toccò a Gwyneth occuparsi del fratello. Cerca in tutti i modi di proteggerlo infatti dalla giustizia di Lumvalos, in particolare dal marito Arcicustode, chiudendo più di una volta un occhio sulle sue avventure erotiche.

Abita assieme al fratello e al marito in una grande casa che si affaccia sulla piazza principale di Lumvalos.

Lugaìd Cagallach aep Sinèper (2787 d.F. - in vita)

Ritratto rappresentante Lugaìd Cagallach aep Sinèper; Litografia, Collezione privata della famiglia Sinèper

Quoterosso1.png La donna innamorata è come una rosa al mattino: delicata come la rugiada e lacerante come le spine. Quoterosso2.png

~ Lugaìd Cagallach aep Sinèper

Lugaìd Cagallach aep Sinèper è il fratello minore di Gwyneth Cagallach aep Sinèper, Sacerdotessa Ordinata del culto di Uhle, nonché cognato di Bendùr Samàk, Arcicustode del Sinodo di Lumvalos. Alla morte del padre, venne accudito dalla sorella maggiore, fino a quando non raggiunse Lumvalos assieme alla sua famiglia. Nato con la passione per la musica e la poesia, nonché per le belle donne, iniziò in tenera età a suonare vari strumenti e a comporre versi; con l'avvento della pubertà, si specializzò in poesie erotiche, anche se queste non vennero ben viste dalla mentalità religiosa di Lumvalos. Per questo iniziò a girare per il continente di Jedur, portando la sua arte in tutte le città del mondo conosciuto.

Nel 2808 d.F. il Sinodo di Lumvalos indisse il primo concorso artistico e musicale della Quinta Era, e Lugaìd non si tirò indietro davanti a una possibilità così allettante per la sua carriera. Per l'occasione compose la ballata Lode d'Amor, arrangiata per diversi strumenti musicali. Per lo stesso concorso presentò un nuovo modello di chitarra a pietra rossa, realizzata grazie all'aiuto di un ingegnere di Thorvil. L'invenzione fu rivoluzionaria, in quanto nuovi diffuse un nuovo tipo di suono molto più caldo e potente rispetto agli strumenti utilizzati prima.

Pur abitando a Lumvalos, e convivendo con la sorella e l'Arcicustode, non si può certo dire che Lugaìd sia un fervente osservante del culto di Uhle. Benché sia un sincero credente, infrange non di rado i dettami del Dio, in particolare quelli che concernono l'adulterio e il sesso pre-matrimoniale. Per il suo libertinaggio e il suo elevato tasso di erotismo, infatti, il poeta è costantemente tenuto d'occhio dalle autorità di Lumvalos, in particolar modo dal cognato. Spesso finisce nei guai a causa delle sue vicende amorose, e riesce a salvarsi solo grazie all'intervento della sorella. Suo punto di riferimento e modello di vita è il celebre poeta della Quarta Era Lugaìd van der Mannelig, meglio noto come Lugaìd da Avalon, che cerca di emulare in tutti i modi. Spesso si vanta di essere suo discendente, anche se la questione è tutt'altro che appurata.

Curiosità

  • I ritratti digitali dei personaggi usati in questa pagina sono stati dipinti da SnipperWorm, il giocatore che controlla la dinastia. Stessa cosa per i disegni a matita.
  • I nomi dei personaggi sono principalmente di suono assimilabile alla lingua celtica. Dove non lo sono, è un tributo ad altre personalità.

Voci Correlate