Colonialismo modernista

From Minecraft Wiki - ForgottenWorld
Jump to: navigation, search

Quoterosso1.png Con questa lettera vi annuncio di avere le prove scientifiche per dimostrare la veridicità di una teoria su cui il mio team di tecnici NLR lavorava da anni ed anni, oramai. Con sommo gaudio inaugurò l'Era del Majitek. Dalla città di Thoringrad manderemo i nostri tecnici ad istalalre la Majitek nelle vostre città. Vi annuncio solo che questa scoperta è pronta a rivoluzionare drasticamente i vostri semplci concetti di spazio e di tempo. Quoterosso2.png

L'Unione Modernista fu il primo paese a spedire una creatura intelligente a Terranova. L'esistenza di un nuovo continente fu già teorizzata in effetti dal Culto di Thor. Un fedele di Thor Bannatore, Ludwig Adegheiz, compiendo delle ricerche archeologiche a Spes, riportò degli antichi documenti. I ricercatori delle industrie Negotium Liberttem Reddit ricondussero gli scritti alla Seconda Era. Senza la scoperta di Adegheiz, la scienza non avrebbe mai fatto un salto tecnologico così importante in così poco tempo. L'innovazione fu tale che l'allora Presidente di Frenco, già giornalista e guru mediatico Gustav Thanatos, con un articolo provocatorio, invocò la "Fine di un Era".

Il primo uomo a Terranova

Diversamente da quanto si pensa, nonostante il sindaco di Thoringrad, futuro Segretario del Partito Modernista, Javier Stephano Kenton, rivendicò la "chiamata" del Superno Faabio, il primato tocca a Nick Marcati, detto "Brontolo". Marcati, che fu a tutti gli effetti il "primo uomo a Terranova", all'epoca del primo impatto, non possedeva nememno la maggiore età. Appare comunque chiaro che il suo coinvolgimento nel progetto fu del tutto casuale. Addirittura gli stessi Superni, secondo quanto fu interpretato dai sacerdoti dei diversi culti, rimasero meravigliati del fatto che Marcati fosse riuscito ad attivare il meccanismo Majitek. Nonostante questo, data la pericolosità del luogo, della situazione, e delle tecnologie coinvolte, l'opinione pubblica ne rimase negativamente colpita. In seguito Nick Marcati, col nome in codice di GAGARIN, compirà altre missioni di esplorazione.

I Viaggi di Gustav Thanatos

La Squadra Squalo non mancava mai di segnalare la propria presenza.

Uno dei Modernisti più attivi nell'esplorazione di Terranova fu Gustav Thanatos. Primo tra tutti, fu egli ad improvvisarsi "Capitano di Ventura", radunando attorno a sé i più temerai ed anche i più malfamati sotto la cosiddetta "Squadra Squalo". Gustav partecipò come mercenario ad alcuni degli scontri coloniali che videro coinvolte potenze straniere quali Mirrodin, Unione, Dalmasca, Nyan, e spesso contro popolazioni indigene quali i Dretunghi e gli Zamoi. Il comportamento degli Squali fu propriamente da mercenario e non fu molto rispettoso delle tradizioni degli autoctoni. Gustav era essenzialmente interessato all'accumulo rapido di enormi tesori da reinvestire nell'acquisto di materiale per Frenco.

L'Armata Rossa, Bartolomov Kasinskji e la conversione degli Abdetti

I Modernisti persero prematuramente interesse in Terranova. Laddove le altre nazioni vedevano grandi risorse e grandi spazi, per primi i Modernisti avevano intuito che la prima Terranova era solo uno specchietto per le allodole. Si tirarono fuori dalle guerre mercantili e stabilirono su un isola locale un Centro di Addestramento per l'Armata Rossa. Terranova per l'Unione Modernista divenne presto un semplice laboratorio sperimentale per testare l'Aeroflotta e le bombe. L'intervento più significativo fu tuttavia da parte del culto di Thor, il quale, venuto a conoscenza della presenza di popolazioni indigene, invio dei missionari. Il più significativo fu Bartolomov Kasinskji, monaco di Elio. Egli ebbe notevoli difficoltà ad approcciare le popolazioni con cui erano avvenuti già contatti da parte dell'Unione e di Mirrodin, a causa dei conflitti; tuttavia la sua cerca opera pia ebbe successo nella conversione delle tribù degli Abdetti.

Gli Abdetti hanno anche dato completamente fuoco ad una torre.

Gli Abdetti furono un popolo nomade e selvaggio, comandato da due sciamani, Wolfox e Jumpstyle. Essi adoravano i loro dei, e quindi rifiutavano categoricamente la "civiltà" degli insediamenti. Specialmente presero ad odio il popolo nyano e gli avamposti dell'Unione. Ben esperti nel sabotaggio, e meno selvaggi di quanto non fosse creduto dalle nazioni "cilizzatrici", il Popolo della Strada (questa è la traduzione della parola "Abdetti") operò una poderosa controffensiva contro le basi commerciali dell'Unione. Wolfox e Jumpstyle guidarono i guerrieri Abdetti verso una violenta carneficina: il loro obbiettivo era in particolare di radere al suolo ogni edificio e riuscirono parzialmente nell'impresa. Devastarono le coltivazioni facendo scorte per sé stessi; ed agivano aggirando le sentinelle Unioniste. L'approccio del monaco Kasinskji fu piuttosto pacato. Primo tra tutti, egli imparò il linguaggio degli abdetti e si fece spiegare da Jumpstyle la loro cultura e le loro motivazioni. Kasinskji presto divenne un amico fidato presso la tribù e contribuì al fare cessare gli attacchi contro gli insediamenti. Inoltre, educò gli abdetti alla Verità del Bannatore e ritornato in patria denunciò le atrocità commesse dagli "invasori" nei loro confronti.

Wolfox offre un dono al monaco Bartolomov Kasinskji.

Gli dei autoctoni ed il serpente bannatoriano

Eccessivamente "rivoluzionario" per i suoi stessi colleghi sacerdoti, Kasinskji fu lentamente messo in minoranza dai suoi fratelli. Le sue teorie erano un duro attacco politico all'Armata Rossa; inoltre infastidivano gli alleati di Nyan e l'Unione. La critica teologica all'operato missionario del monaco e dei suoi seguaci si puntualizzò nell'accettazione dei costumi tribali degli Abdetti. Ben presto fu pubblicato un digesto teologico in cui si relazionavano le affinità tra le loro divinità ed il Serpente bannatoriano. Questo ebbe un decisivo impatto sull'Armata Rossa, che proseguì su una politica di conversione forzata degli Abdetti.

Terranova 2: Le estrazioni argillose

Terranova 2 fu un continente più vasto e più ricco di quello del primo sbarco. Sebbene il primato non fu dell'URMM, l'Armata Rossa, come del resto le compagnie commerciali, aveva già adocchiato diverse piste per trovare nuovi territori da colonizzare. L'insediamento dei Modernisti a Terranova 2 fu soprattutto industriale. Forte dei maggiori spazi, l'Armata Rossa, agendo quasi come una multinazionale, recintò diversi pozzi di estrazione di argilla e carbone, e rifornì le Repubbliche Moderniste di questi materiali. L'estrazione fu essenzialmente interrotta a causa della mobilitazione totale dell'Armata durante le Guerre Moderniste.

Le Teorie scientifiche

Che una popolazione autoctona conoscesse ed adorasse una divinità comunemente relegata agli albori della Seconda Era, pose dei notevoli interrogativi sulla reale natura di Terranova. Il Kenton sostenne sin dall'inizio che Terranova fosse la dimensione spazio-temporale della Seconda Era; in cui le leggi dello spazio-tempo erano rese vacue ed instabili. Questa teoria prende nome di Teoria della Compressione, o Teoria dei Cicli Continui. Essa ipotizza che il mondo della Seconda Era, a epoche costanti, venisse compresso in sé stesso e che, all'atto pratico, ritornasse letteralmente "indietro nel tempo". Il che spiegherebbe la totale assenza di civiltà a Terranova. Questo teoria fu accettata nel'Unione Modernista, ma attecchì poco fuori da Thoringrad. La teoria maggiore rimase il Multiverso, che sembrata sostenuta dalle ricerche della Shinychar Physics La scoperta di Terranova 2 accentuò le divergenze tra gli scienziati: per alcuni Terranova 2 era la prova inconfutabile dell'instabilità temporale; ma per altri fu solo la conferma dell'esistenza di una complessa rete di mondi spazio-temporali. Una grossa pecca nella teoria del Kenton fu data dalla assenza di dati interessanti sulle popolazioni di Terranova 2. Purtroppo, queste nuove terre erano in gran parte disabitate e ricche di materie prime. I pochi nativi incontrati non presentavano caratteristiche culturali interessanti, e presto il dibattito decadde con 'avvento delle Guerre Moderniste.

I mezzi di trasporto

Il motore di un Greyjay visto dall'interno

Il Greyjay

Il Greyjay fu il primo modello di moderna aereonave della storia. Erano già stati teorizzati i cosiddetti "Zeppelin" e le navi volanti modello "Roychelles"; ma il Greyjay fu la prima nave volante a sfruttare un motore Magotecnologico. Pensata come un mezzo di trasporto rapido, capace di compiere lunghi tragitti grazie al peso ridotto ed alle stive efficenti; il Greyjay fu per tutto il decennio degli anni '60 del diciassettesimo secolo il miglior modello di nave civile.

Il Greyjay si compone di uno scafo leggermente affusolato, saldamente ancorato ad un pallone aereostatico. Il pallone, realizzato in una fibra tessile di origine sconosciuta prodotta al Lab. Sperimentale N2, contiene al suo interno una camera d'aria; un abitacolo e la stiva; direttamente collegata al motore, in lapis lazuli. Il motore è azionato da dei [rotanti] che generano un flusso di energia costante alimentato a Baglio. Il lapis lazuli fa convergere l'energia concentrica verso il mecanismo rotante, che mette in moto le quattro pale; situate sulla parte posteriore dello scafo. Il Greyjay è dotato una "pinna caudale" che funge da timone direzionale, direttamente collegata al timone, situato nell'abitacolo.

L'URMM sviluppò tre prototipi distinti di Grejay, tutti commissionati Negotium Libertatem Reddit:

Greyjay Way

Questo fu il primo prototipo e presentava una forma di abitacolo leggermente ristretta ed una stiva in legna. Ne furono prodotti pochi modelli ed essenzialmente rivolti ad un uso civile o commerciale. Presto furono rimpiazzati dal Greyjay Umbra.

Greyjay Umbra

Questo prototipo è il più comune ed è in dotazione sia all'Armata Rossa, comprensivo di armamento leggero; sia alle compagnie commerciali moderniste e non; che solitamente non montano un alto numero di armamentario. Le migliorie aportate furono notevoli. Il motore fu migliorato semplicemente ottimizzando le disposizione dei giunti. La forma fu resa più aereodinamica, i comandi del timone furono resi più fluidi e l'abitacolo più luminoso. Ma la miglioria principale rimane la corazzatura: lo scafo in legno fu sostituito da uno scafo in ossidiana che rese il Greyjay Umbra una delle navi più coriacee della storia.

Questo prototipo, nonostante pensato per operazioni di alto rischio per l'Armata Rossa ed i corpi di spedizione; divenne presto lo standard per le operazioni di pattugliamento e difesa del territorio, proprio grazie alla sua telaiatura pressocché perfetta; unita ad una notevole velocità e maneggevolezza. Questo velivolo si presta particolarmente anche ad operazioni ad alto potenziali di rischio; per questo motivo è amato dai contrabbandieri e dai pirati dell'aria.

Greyjay Bomber

Il Bomber è una delle armi più letali dell'Armata Rossa. Primo e forse unico bombardiere leggero della storia; il Bomber sfrutta la stiva del Greyjay Umbra e la sua forma peculiare per sganciare ordigni esplosivi. Forte della sua rapidità e della sua resistenza, il Bomber è un nemico insidioso e temibile per una contraerea. Il suo vero limite rispetto ai tradizionali bombardieri è la sua limitata stiva. Infatti non può esere impiegato per missioni a lunga distanza o di eccessiva durata. Questa mancanza è tuttavia molto grave, ed ha limitato fortemente l'uso dei Greyjay durante le Guerre Moderniste. Questo prototipo non fu mai ritenuto idoneo al colonialismo di Terranova.

Poster di Propaganda dell'Armata Rossa per la missione Harlock Saga. Da notare il colbacco nero, copricapo tipico degli ufficiali donna dell'Armata Rossa.

La Kagata Kotiomkin

Inizialmente pensata come una corazzata rompighiaccio, la Kagata, nelle sue due versioni: Verde e Rossa, è stata l'ammiraglia della flotta aerospaziale dell'Armata Rossa. La Kagata Kotiomkin si basa su un ben più antico modello di airship: la Arcadia. Come l'Arcadia, la Kotiomkin possiede una poppa in legno che facilita la presa di quota, un sistema di doppia torre d'osservazione e la tipica prua "da impatto". Le principali differenze risiedono nella forma degli alettoni, fortemente ridimensionati; e nella dotazione in cannoni. La Kagata monta cinque cannoni. Quattro sono montati ai lati mentre uno è posto al centro della prua. La potenza da impatto dei cannoni è notevolissima. I prototipi Verde e Rosso non differiscono solo nel colore. Il prototipo Rosso, pur garantendo maggiore resistenza ed un sistema energetico interno più sicuro, è anche costruito con materiali più economici.

La triste storia della Kagata Kotiomkin

Il primo prototipo costruito fu la Kagata Kotiomkin Verde. I membri del partito non furono entusiasti della nave: considerata troppo tozza e troppo instabile energeticamente, la loro sfiducia non era malrisposta. Infatti durante la missione Harlock Saga, poco dopo il varo, i motori Majitek andarono in avaria e la nave non raggiunse mai Terranova, sfracellandosi sulle colline poco distanti. L'impatto fu dannifico perché tutti le componenti in vetro si ruppero, con buona parte dello scafo. Per assurdo, persino i cannoni furono trovati parzialmente inceppati; e questo fu provvidenziale per evitare scoppi interni. Coi materiali di recupero della prima nave, fu quindi pensato il prototipo rosso. Più leggero e con una generale componentistica interna qualitativamente migliore, la Kagata rimaneva una nave potente ma lenta, persino più lenta dei palloni aerostatici di comune fabbricazione. La difficoltà di impiego nelle manovra militari, sospese il prototipo rosso, destinato a concretizzarsi seriamente solo con un sistema di propulsione più efficente.

Il Kirov

Un Kirov solca i cieli di Terranova

Il Kirov è una aereonave modello Zeppelin in funzione all'Armata Rossa. Il Kirov è la naturale evoluzione magotecnologica dello Zeppelin. Dotato di un motore concentrico molto potente, è un bombardiere di punta. La produzione fu soppressa con l'avvento del Greyjay Bomber, ma si rivelò una scelta sbagliata da parte della governance di Kenton; perché quest'ultimo modello non poteva raggiungere grandi distanze.

Lo Sputnik

Lo Sputnik è un mezzo di trasporto assai peculiare. Di forma sferica, il suo funzionamento è piuttosto basilare e la sua estrema economicità ne ha fatto uno dei mezzi più usati nell'Unione Modernista. A tutti gli effetti, lo Sputnik è una capsula dotata di quattro piccoli propulsori a trombetta. Un semplice sistema di autoguida, orienta i propulsori sino a destinazione; quindi lo Sputnik non necessita nemmeno di essere guidato. Il grosso difetto dello Sputnik, oltre a non essere dotato di comandi di guida manuali, è la sua impossibilità di programmare viaggi di ritorno. Lo Sputnik fu comunque largmente utilizzato dagli esploratori a Terranova. Esso rispondeva a due grandi -e forse crudeli- esigenze dei Modernisti: la possibilità di mandare anche "carne da macello" che non avrebbe potuto impostare viaggi di ritorno se non prima di aver stabilito una forma di insediamento industriale a Terranova, e la necessità forzosa di istruire i soldati dell'Armata Rossa e la popolazione civile nello sviluppo ingegneristico. In effetti furono prodotti moltissimi prototipi e modelli personalizzati di Sputnik; ma il fenomeno rimase circoscritto solo ai veri amatori del volo e del pericolo. I benestanti che potevano permetterselo, continuarono a preferire i voli di linea.

Curiosità

  • Il ruolo assunto dall'Unione Modernista si può ricondurre al comportamento storico di due nazioni reali: il Portogallo e l'Unione Sovietica.

Come il Portogallo, il colonialismo dell'URMM si limitò ad esplorare e mappare il territorio, senza mai inoltrarsi profondamente o partecipare a guerre coloniali o eccidi di indigeni. Inoltre il Portogallo fu il primo paese europeo ad intraprendere rapporti commerciali stabili con l'Africa e l'India. Anche l'Unione Sovietica rivendica un primato; infatti il primo uomo nello spazio fu il cosmonauta Yuri Gagarin. Il primo uomo sulla Luna fu invece l'americano Armstrong; e, dalla conquista della Luna, il primato dell'Unione Sovietica in campo astronautico venne meno a favore dei successi degli Stati Uniti e dell'Unione Europea.

  • Bartolomev Kasinskji è un gioco di parole che richiama a Bartolomeo de Las Casas, missionario cattolico che attirò le antipatie della corona spagnola perché prese le difese dei nativi.
  • Greyjay Way è un gioco di parole tra "Blackjack", gioco di carte francese sviluppatosi nei Caraibi e nome della aereonave di Setzer Gabbiani in Final Fantasy VI; e Blue Jay Way, un quartiere di Hollywood celebrato nell'omonima canzone dei Beatles.
  • "Kagata Kotiomkin" è una esclamazione che risale alla serie cinematografica di Fantozzi. A sua volta, questa è una citazione de: La Corazzata Potemkin; un famoso film russo di durata notevole. Arcadia è invece la nave volante di Capitan Harlock.
  • Il Kirov è un mezzo a disposizione dell'Unione Sovietica nella serie di videogiochi: Command & Conquer: Red Alert.
  • Lo Sputnik è un satellite sovietico. Il modello di astronave "a capsula" è piuttosto comune nella fantascienza. Un esempio sono i mezzi di trasporto presenti in Dragonball nella Saga di Freezer.

Voci Correlate