Armata Rossa

From Minecraft Wiki - ForgottenWorld
Jump to: navigation, search

Armata Rossa
LogoArmataRossa.png

Informazioni Generali
Effettivi 20000 Uomini
Tipo di Coscrizione Volontaria
Nazione URMM

Quoterosso1.png L'Armata Rossa è un esempio di come il cervello possa battere i muscoli Quoterosso2.png

~ Synesthesy su Armata Rossa

Quoterosso1.png Sono un soldato ed il mio dovere va alla difesa dell'ideale, della patria e del prossimo. Rispetterò gli ordini dei miei superiori anche a costo della mia vita e userò la mia esperienza e il mio coraggio al servizio dell’Armata.Negherò al mio cuore ogni vendetta personale, non mi arrenderò e non lascerò che la paura mi prenda, perché la luce del Modernismo vigila costantemente sulle le mie azioni. Quoterosso2.png

~ Codice di condotta dell' Armata Rossa

L'Armata Rossa è il nome ufficiale dell'esercito della Unione delle Repubbliche Minerarie Moderniste e il soprannome dell'esercito della Repubblica Modernista di Sant'Elio.

Le funzioni dell'Armata Rossa sono molteplici e non sempre del tutto chiarite. Il comando militare è nelle mani del Generale mentre il comando operativo spesso è affidato ai Colonnelli. Il comando delle operazioni segrete era invece affidato al DI prima, quindi dal 2803 d.F. all'Ufficio Informativo Centrale ed infine dal Direttivo Due a partire dalsecondo governo de la Bresa nel XXX secolo d.F.

L'Armata Rossa solitamente non svolge funzioni di polizia, perché queste sono normalmente affidate alla Polizia Gialla.

Codice di Condotta

Il "Codice di Condotta dell'Armata Rossa", venne istituito dal Presidente Stardel e dal Generale Kàras nel 2861 d.F.. Il codice è basato su alcuni precetti definiti negli scritti di , supportati da altri istituiti nel corso della Quinta Era.

  • Sono un soldato ed il mio dovere va alla difesa dell'ideale, della patria e del prossimo. Rispetterò gli ordini dei miei superiori anche a costo della mia vita e userò la mia esperienza e il mio coraggio al servizio dell’Armata.
  • Negherò al mio cuore ogni vendetta personale, non mi arrenderò e non lascerò che la paura mi prenda, perché la luce del Modernismo vigila costantemente sulle le mie azioni.
  • Manterrò pulite e in ordine le mie armi e armature, nonché tutto l’equipaggiamento fornitomi. Perché questi strumenti sono stati forgiati dal sudore dei miei compagni e io rispetterò il loro sforzo.
  • Mi allenerò costantemente per rinforzare il mio corpo e il mio spirito.
  • Non disturberò i miei Compagni e non sarò loro d’intralcio durante le azioni.
  • Proteggerò i deboli e gli indifesi, poiché io sono il loro scudo contro le tirannie.

I Gradi

Maresciallo: titolo assegnato al Presidente.

Generale: capo delegato dell'Armata Rossa. Decide le strategie militari in guerra, coordina le azioni dell'esercito in tempo di pace. Viene eletto dai membri del Partito Modernista.

Colonnello: uno per ogni città capoluogo, coordina le azioni dei soldati, gli addestramenti, guida le difese cittadine. Nominato dal generale in accordo col Presidente.

Maggiori: possono venire promossi sul campo in caso di necessità. Vengono assegnati alle città con più di mezzo milione di abitanti.

Capitani: guidano le squadre, Sono nominati dal generale in accordo coi colonnelli delle singole città.

Tenente: guidano le squadre in assenza di capitani.

Sergente: guidano le squadre in assenza di capitani e tenenti.

Soldato scelto: militare che ha dimostrato il suo valore in battaglia. Viene nominato dai militari con il grado di tenente o più, svolgono il ruolo di caporali.

Soldato semplice: appartenente all'Armata Rossa, il gradino più basso per l'esercito regolare.

Riserve: soldati che combattono per l'armata Rossa solo in occasioni di leva.

Ausiliari: civili che combattono solo in difesa delle proprie città.

Uniformi ed Equipaggiamento

1. Uniforme invernale 2.Uniforme Standard 3.Mimetica da cecchino bopiano 4. Pilota di aeronave 5. Uniforme estiva
Uniformi del corpo della Guardia Costiera

Tutti i soldati dell'Armata Rossa hanno in dotazione un'arma a distanza ed un arma bianca. Le munizioni sono solitamente fornite dallo Stato, mentre nei magazzini del Pavlov sono contenute le granate. I soldati dell'Armata Rossa non sono retribuiti se non fornendo loro munizioni e granate. Le uniformi dell'Armata Rossa variano in base al grado e al reggimento di appartenenza ma solitamente sono caratterizzate da abiti lunghi e colbacco di pelo di coniglio o di lupo.

Per resistere al clima rigido delle città di Thoringrad e Thorvil, le uniformi invernali dell'Armata sono state sviluppate per mantenere i corpi dei soldati al caldo, garantendo comunque la protezione e l'agilità necessaria sul campo di battaglia. La classica armatura invernale è composta da un lungo pastrano foderato, guanti, colbacco in pelo e stivali di feltro (detti "Valenki").

L'uniforme estiva, sviluppata per adattarsi ai climi più caldi e umidi di Navarone e Forgòn Bopville, è notevolmente più leggera della controparte invernale ed è immediatamente riconoscibile dal berretto a busta che sostituisce il colbacco. Uniformi particolari sono utilizzate dai cecchini, in quanto necessitano di mimetizzarsi agli occhi del nemico, quindi le uniformi mimetiche invernali sono principalmente bianche e integrate con una mantella, utile per rendersi completamente invisibili nella neve, mentre le uniformi mimetiche estive invece sono utilizzate soprattutto tra i reggimenti bopiani che combattono nella giungla e presentano fogliame e sfumature di verde per nascondersi nella fitta vegetazione.


Elenco Cronologico dei Generali dell'Armata Rossa

Terza Era

  • Evsej Sgar Ivanov (1613 d.F. - 1657 d.F.): primo generale dell'AR.
  • Konstantin Sgar Ivanov (1657 d.F. - 1630 d.F.): feroce quanto pazzo, uccise due dei suoi sottoposti durante una missione e venne sfiduciato dal Partito.
  • Josif Dmitrovic Gioint (1630 d.F. - 1645 d.F.): terzo generale dell'AR, venne sfiduciato per i mediocri risultati ottenuti.
  • Fyodor "Fioz" Stachanov (1645 d.F. - 1668 d.F.): eccellente tattico, sotto la sua guida l'AR visse un età dell'oro. Vincitore di diverse battaglie nella Prima Guerra Modernista, venne accecato durante una di queste battaglie. La sua strategia minò gli attacchi dei Contram ma morì pochi mesi dopo a causa delle ferite riportate in battaglia.
  • Karl Sergeyovic Brodsko (1668 d.F. - 1696 d.F.): dalla rapida carriera, partecipò alla Seconda Guerra Modernista come Sergente di completamento e venendo promosso poco dopo al grado supremo. Cercò di mantenere la qualità del suo successore anche se in realtà era più bravo nelle parole che nei fatti. Durante la Guerra del Tradimento decise di seguire la propria famiglia nella nuova terra, invece di morire inutilmente nella carneficina creata dal Progetto Legione.

Quinta Era

  • Menòs Kàras (2861 d.F. - 2873 d.F.): guidò coscienziosamente l'AR durante la Guerra del Gelo.
  • Aris Finnerty (Anni '90 del XXIX Secolo d.F.)

Sesta Era

  • Aureliano Buendìa
  • Josè Ferrante Fios
  • Adrien Corvus

Voci correlate