Acciaio

From Minecraft Wiki - ForgottenWorld
Jump to: navigation, search

La famiglia conosciuta come Acciaio è un'intricata rete di relazioni che si basano sul riconoscimento di un comune antenato "mitico" che, secondo le più antiche fonti, in particolare il Cantami, lira di Thor, avrebbe combattuto durante la battaglia nella valle di Spes nel 2905 d.F.

Origini

Exquisite-kfind.png Per approfondire, leggere anche Il Metodo del Mondo

Secondo la tradizione più diffusa, confermata da uno scritto tramandato da Frederick Corvus, la famiglia tra le sue origini da un guerriero che avrebbe combattuto sino alla morte durante la battaglia in difesa del neonato insediamento di Spes. Il suo nome, ormai sconosciuto, sarebbe stato sostituito dall'epiteto "Calavera di Acciaio" e successivamente semplicemente da "Acciaio" in quanto, nonostante la frattura cranica riportata a seguito di un assalto, avrebbe deciso di non lasciare il campo di battaglia ma di rimanere fianco a fianco con i suoi commilitoni con soltanto un elmo che gli permettesse di conservare l'integrità della scatola cranica.

Acciaio, è noto, morì proprio durante quello scontro, ma l'eredità delle sue gesta eroiche furono raccolte dal fratellastro, figlio della stessa madre e che aveva come patronimico quello di Carrera.

Sesta Era

Francisco Carrera
Ritratto
Francisco Carrera.jpg
Ritratto di Francisco Carrera presso la Llorona Roja

Descrizione
Nome completo Francisco Carrera

Nascita 2936
Età 50 anni
Morte 2983
Luogo di sepoltura Niuop
Dati famigliari
Stirpe Acciaio
Padre Sconosciuto
Madre Rubina Carrera

Religione Bannathoresimo
Motto Prima la legge

Francisco Carrera

Nato da Pablo Carrera, fratellastro di Acciaio a Thortuga (che vantava le mitiche origini di Calavera di Acciaio), Francisco nella gioventù intraprese la carriera accademica iscrivendosi a storia e lavorando presso gli archivi della monarchia subito dopo essersi laureato.

Entrato in contatto con le teorie moderniste ormai in decadenza, sposò questa causa lavorando fianco a fianco con l'avvocato Ramon Golud per dare al modernismo una Costituzione che fosse applicabile anche nella Sesta Era.

Dopo esseri distinto per aver appeso le copie della costituzione per la città come atto di protesta nei confronti della monarchia fu catturato e rinchiuso nella prigione Moncada, dalla quale fu riscattato dagli altri modernisti comandati da Adegheiz che aprirono una breccia nella fortificazione grazie all'artiglieria della nave Abuelita (il cannone che per primo aprì il fuoco è tuttora conservato nella piazza della città di Thortuga).

A seguito di questi eventi e al cambio di regime, si distinse ulteriormente all'interno del gruppo modernista prendendo finalmente la tessera numero 020 ed entrando a pieno titolo nel novero dei tesserati modernisti.

Riconoscendo i suoi meriti nei confronti della Repubblica, dopo le dimissioni del Segretario Juna Juanita De Ivanova y Adegheiz e le successive elezioni è stato scelto nella squadra di governo di Javier Gonzalo y Nyhon de la Bresa come Sottosegretario agli Affari Interni (SAI) nel 2967 d.F.

Tuttavia, oppresso e deluso dal sistema modernista, Carrera inizia a sentire la città di Thortuga come una gabbia opprimente e, a seguito di un sogno che lui stesso dirà essergli stato mandato dai Superni, opta per dimettersi dal suo ruolo di sottosegretario per andare a cercare finalmente la pace.

Il Partito non prenderà molto bene la sua decisione e ancora prima che Carrera giunga alla sua terra promessa (la città di Niuop), verrà espulso e proclamato Nemico del Partito, nonostante le veementi proteste del fratellastro Rafael. Voci di corridoio dicono che la sua pena fu inasprita dal fatto che, durante gli anni di sottosegretariato, avesse intrecciato clandestinamente un rapporto omosessuale con l'allora SIAE Doroteo Brodèsko y Gravela.

Morì all'età di 50 anni, nella sua casa a Niuop.


Rafael Morazán
Ritratto
Rafael Morazan.jpg
Ritratto di Rafael Morazán presso i giardini di Thortuga

Descrizione
Nome completo Rafael Morazán

Nascita 2902
Età 81 anni

Dati famigliari
Stirpe Acciaio
Padre Sconosciuto
Madre Rubina Carrera

Religione Uhleismo

Rafael Morazán

Nato dalla stessa madre di Francisco e da padre sconosciuto, Rafael ha militato per primo all'interno del Partito Modernista senza tuttavia ricoprire mai incarichi di potere.

Il suo animo refrattario alle questioni pragmatiche e alle beghe politiche gli ha fatto condurre una vita appartata e disinteressata, fintanto che non entrò in contatto con le teorie uhleiste, delle quali si innamorò profondamente.

Stanco del dilagante bannathoresimo dilagante nella città, iniziò a studiare l'Uhleismo fino a comprenderne la sua struttura portante; la difficoltà nel reperire però i testi di studio portò in lui una grave crisi filosofica e religiosa, che sfociò compiutamente nella pubblicazione delle 23 tesi nel 2966 d.F. con le quali attaccò duramente l'uhleismo classico e, di fatto, iniziò la scissione con la Chiesa ufficiale.

Trasferitosi insieme al fratello a Niuop, dopo aver inutilmente tentato di salvarlo dall'espulsione, diede vita a un culto uhleista riformato: il primo della Sesta Era, che basava la sua esistenza sulle 23 tesi di Morazán e su una versione del catechismo aggiornata.

Morì nel 2983 d.F. all'età di ben 81 anni.

Richard Steel

Unitosi al gruppo di esuli che avrebbero fondato Niuop, quasi immediatamente, Steel si fece notare sin da subito per le sue spiccate doti imprenditoriali nel campo dell'editoria, sia su carta che su vinile. Alla sua azienda, la Steel Press, si devono infatti numerosi brevetti (tra cui quello del voxafono) e la pubblicazione di vari libri e periodici, come il celeberrimo Deili Op, quotidiano illustrato di grande successo in tutto il piano ma, soprattutto, nei territori della Provincia Libera di Niuop.

Divenuto Padre Fondatore dopo la morte di Francisco Carrera, ha portato avanti la politica cittadina all'insegna della distensione e della ricerca di un accordo con le nazioni più vecchie, aprendo diversi canali diplomatici con accordi commerciali, scientifici e culturali.

Dopo l'iniziale anarchia decisa dai primi Padri Fondatori, approfittando dell'assenza di Torterra ha cercato di virare verso una maggior istituzionalizzazione della città, indicendo le prime elezioni politiche nel 2996 e avviando i lavori della Camera Alta nello stesso anno, con una severa condanna contro i terroristi modernisti.

A seguito del ritorno di Torterra ha gradualmente lasciato la vita politica, dedicandosi sempre più alla sua carriera imprenditoriale.

Dopo la creazione delle Aquile Dorate e la svolta autoritaria di Torterra non è più apparso in pubblico.

Rusty Hell

Criminale comune accusato di corruttele vari e violenza privata, Rusty Hell è un milionario di Niuop che ha fatto la sua fortuna con metodi che, sebbene non proibiti a Niuop, susciterebbero più di qualche perplessità in altre città. Dopo essersi assicurato una posizione privilegiata e una solida base economica ha iniziato la sua personale battaglia politica al di fuori delle istituzioni dei Padri Fondatori, promuovendo una visione del mondo incentrata sulla virilità della nazione e sul suo dovere di imporsi sulle altre nazioni, considerate deboli, mediocri e parassitarie.

Nel 2999 è riuscito a infiltrarsi nell'Ufficio Provinciale di Sicurezza e a diffondere un messaggio propagandistico di guerra contro i modernisti, riscuotendo un inaspettato quanto terrificante successo presso la popolazione. Benché non sia mai stata fatta chiarezza sull'avvenuto, tutt'ora si è convinti che l'U.P.S. fosse stato coinvolto a vari livelli e che, di fatto, fosse d'accordo con Rusty Hell. L'evento, oltre a portare a un deterioramento delle relazioni con i modernisti, contribuì a rafforzare l'immagine di Torterra come "uomo della Provvidenza", unico in grado di guidare Niuop nelle sfide che avrebbe dovuto affrontare.

Paul Sarps

Dopo il periodo della dittatura di Torterra, gli imprenditori che erano rimasti nell'ombra a fare affari decidono di uscire allo scoperto, prendendo in mano il potere apertamente e instaurando la Corporazione. Il primo Presidente dell'Assemblea Plenaria dei Soci sarà Paul Sarps, magnate dell'editoria e della grafica pubblicitaria.